giovedì 23 gennaio 2014

I pionieri della ricezione TV Italiana - Anno 1930

Articolo segnalato dai nostri amici dell' AIRE :




1 commento:

  1. Paolo Andrea Bacchi Mellini23 gennaio 2014 18:02

    Non per essere eccessivamente pignolo. Ma già nel 1929, all'EIAR di viale Italia a Milano, sotto la guida del direttore tecnico dell'ente ing.Alessandro Banfi, c'era una struttura che si dedicava alla sperimentazione della televisione mediante disco di Nipkow. Vennero pure realizzate trasmissioni e ricezioni di immagini seppur soprattutto via cavo o, raramente, in antenna ma con potenze impiegate molto esigue. C'è da presumere che all'EIAR non si perdessero alcuno degli esperimenti - peraltro ampiamente noti all'epoca - che venivano compiuti dallo scozzese John Baird (pioniere della televisione meccanica) prima da Londra e poi da Berlino, con segnali che riuscivano anche a varcare l'Atlantico tanto da essere ricevuti a New York già nel 1928, anno del primo collegamento televisivo transoceanico senza neppure bisogno del satellite!

    RispondiElimina

I commenti sono aperti a tutti e sono soggetti insindacabilmente a moderazione.
NON SARANNO PUBBLICATI COMMENTI SE PRIVI DI NOME E COGNOME ED EMAIL.
IL SOLO NOMINATIVO RADIOAMATORIALE NON SOSTITUISCE IL NOME E COGNOME RICHIESTO.
Grazie.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.