mercoledì 27 maggio 2015

SDR Radio with Linux

Dal blog di Gianni  Iz1dfi
Dopo dieci anni di inattività come radioamatore, ho ripreso con l’ascolto radio delle Hf, meteo, fax , stazioni utility ecc ecc. La tecnologia in questi anni è andata avanti e così invece della classica radio analogica mi sono spinto in un mondo tutto digitale. Sto parlando dell’SDR, Software defined Radio: un tipo di ascolto decisamente diverso dal classico “cercare qualcosa” ruotando la manopola della sintonia.
In pratica è una comune chiavetta Tv (nella versione più semplice) che ha un particolare chip interno, in questo caso il Realtek RTL2832; modificando i driver è possibile portarla in ricezione dai 60 MHz fino ai 1300 MHz.
Questo mi ha spinto a provare questo nuovo software con la mia chiavetta dotata di chip RTL2832u ed il tuner E4000, senza nascondere un po’ di scetticismo.
Il sitema operativo utilizzato è Linux in quanto sono un anti Microsoft, ma funziona anche con Windows e potete trovare tantissimi programmi in rete. Le prime prove sono state fatte solo con la chiavetta in banda VHF e UHF e devo dire che sono rimasto meravigliato, sia per la facilità d’uso che per la dinamica che fa quasi invidia al più costoso ricevitore professionale.           
Dopo aver verificato che tutto funzionasse a dovere, ho acquistato un convertitore per portare la frequenza di ricezione da 0 a 30 MHz le HF.  Qui, sebbene la ricezione fosse ottima, si sono verificati problemi di frequenza immagine ed è quindi stato un aggiunto un filtro per eliminare l’Fm broadcasting. I componenti utilizzati sono la chiavetta, il convertitore, il filtro, una vecchio HUB usb e un contenitore di recupero. Ho solo inserito un interruttore che bypassasse il filtro in caso di necessità. Il software utilizzato è Gqrx che è scaricabile gratuitamente per Linux.  http://gqrx.dk/download.   Non mi dilungo sul funzionamento di questo sistema in quanto in rete trovate tutto quello che volete.
Che dire, è stata una nuova esperienza, con una spesa totale, escludendo il contenitore di recupero, di 40 euro!
Gqrx groups 

2 commenti:

Claudio Re Claudio ha detto...

Con le chiavette mi diverto anche io , come un motociclista semiprofessionista o anche professionista puo' fare con un Ciao o le minimoto , ma non dimenticchiamoci che con 8 bit per ben che si vada si hanno una cinquantina di dB di dinamica ( come il motorini da 50cc che truccavamo tutti da ragazzi) .Il più costoso ricevitore professionale di dinamica ne raggiunge anche 140 dB .
Non so se mi spiego disse il paracadute ....hi ....
Comunque complimenti come sempre a chi autocostruisce !
Claudio Re reclaudio@alma.it

Anonimo ha detto...

ne ho provate alcune con chipset e4000 sono semplici da usare permettono molte cose simpatiche , ma risentono molto della mancanza di un front end sull'ingesso e anche la sensibilità non e' delle migliori ...un bel giocattolo ma nulla a che vedere con un ricevitore serio ma dato il costo..
Bruno Contro bruno.contro@alice.it

Posta un commento

I commenti sono aperti a tutti e sono soggetti insindacabilmente a moderazione.
NON SARANNO PUBBLICATI COMMENTI SE PRIVI DI NOME E COGNOME ED EMAIL.
IL SOLO NOMINATIVO RADIOAMATORIALE NON SOSTITUISCE IL NOME E COGNOME RICHIESTO.
Grazie.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.