sabato 24 marzo 2018

International Vintage Contest HF Sunday 15 April 2018 ( OM-SWL )



Il Contest è organizzato/patrocinato dalla Sezione ARI di Rimini che sarà attiva con il nominativo IQ4RN 

In collaborazione con la Sezione ARI di Pordenone (Manager IV3EHH)

 Aperto agli SWL

DATA SVOLGIMENTO: DOMENICA 15 APRILE 2018

CONTEST WORLD WIDE: CHIUNQUE PUO’ COLLEGARE CHIUNQUE

ORARIO: dalle 12:00 alle 18:00 UTC (dalle 14:00 alle 20:00 locali) - n.6 ore in totale 

Come scaricare gratis le canzoni registrate più vecchie della storia


L’archivio di un’università californiana mette a disposizione gratuitamente 10mila audio, trasferiti digitalmente dai cilindri di fine ’800

Il primo supporto per registrazioni audio della storia – letto attraverso i fonografi e dalla durata di 2/3 minuti – venne poi rapidamente sostituito dal grammofono, inventato da Emile Berliner nel 1887, e dai dischi in vinile (nonostante l’ostinazione di Edison nel cercare di migliorare il supporto per tenere testa alla concorrenza). 

Le più antiche registrazioni audio di canzoni o discorsi celebri sono quindi custodite in questi fragili rulli. E adesso, grazie al Cylinder Audio Archive dell’Università della California, possiamo fare tutti un salto nel passato di oltre un secolo per scaricare o ascoltare in streaming 10mila di questi audio a forma di cilindro. «È un database ricercabile che contiene tutti i tipi di registrazioni effettuate dalla fine dell’800 fino ai primi del ’900; comprese canzoni popolari, vaudeville, opera e musica classica, discorsi e altro ancora», si legge sul sito 

Andando su questa pagina potete trovare i file suddivisi per genere (dal jazz al ragtime), per strumenti e anche per etnia. E così, cercando gli audio in italiano, spuntano fuori registrazioni di canzoni napoletane del 1901 , passi della Traviatacantati dalla soprano Adelina Agostinelli, serenate di Diego Giannini e altro ancora. Ma i cilindri fonografici non venivano utilizzati solo per registrare canzoni; su questo supporto sono state impresse le voci di alcuni colossi della storia; tra cui quella di Otto Van Bismarck e l’unica registrazione conosciuta di un discorso di Giacomo Puccini , tenuto nel 1907 a New York. 

La nuit de l'AM le 24/03/2018 sur 3,6MHz OM-SWL



Le 24 Mars 2018 à 21h30 se déroulera la 39ème édition de "La nuit de la Modulation d’Amplitude", sur 3,6 MHz ou comme certain aiment à dire, sur 3600 Kc/s.
Radioamateurs venez participer à ce QSOs de légende, SWLs venez écouter et transmettez-nous vous reports avec vos conditions de réception (récepteur, antenne, locator). Vous pouvez le faire via le formulaire de contact de ce siteje ferai suivre.
L'année dernière, il y a eu 45 participants radioamateurs + les SWLs.

“Filtro BF 5KHz” un’altra bella esperienza CON IL GELOSO G4/220

RICEVITORE GELOSO G4/220

D
i Gianpietro Gozzi IK2VTU   
           
Dopo il primo post  Come migliorare  e prestazioni per l'ascolto della SSB  con il Geloso G4/220  2° Serie” , eccomi a raccontarvi un’altra mia esperienza sul ricevitore Geloso G4/220.

Tutto nacque dal mio tentativo di costruire un filtro a quarzi largo 5 kHz centrato a 1843 kHz, questo è il valore dei quarzi che ho trovato in commercio più vicino al valore di frequenza intermedia del ricevitore in oggetto, ovvero i noti 1900 kHz.
Viene prontamente in soccorso il caro amico Luca IW2NXP con una decina di quarzi da 1843 kHz nuovi e nella bustina antistatica ancora da aprire!
Nel frattempo avevo assemblato, su un quadratino di vetronite ramata, l’occorrente per fare le misure della capacità serie e parallelo dei quarzi, per poterle poi inserire nel praticissimo software di Iacopo Giangrandi che vi segnalo con entusiasmo: http://www.giangrandi.ch/electronics/crystalfilters/xtalfilters.shtml

Questo programma vi permette in pochissimo tempo di progettare dei filtri Ladder, ma soprattutto di verificare che le caratteristiche dei quarzi che avete a disposizione siano adeguate allo scopo…
Infatti ciò che si è appurato in sede di misura dei quarzi è che non erano idonei per la costruzione di un filtro da 5 kHz me nemmeno della metà della metà di 5 kHz. Durante la prima misurazione di un quarzo, l’occhio esperto di Luca aveva già notato un segnale generato molto basso che faceva presagire una resistenza interna del cristallo piuttosto alta e che a sua volta faceva presagire la realizzazione di un filtro con una forte attenuazione, il che non fa bene di suo e nemmeno con il migliore adattamento di impedenza.
La seconda cosa che fu notata è che le frequenze di risonanza serie e parallelo dei quarzi erano troppo vicine (distanza dell'ordine di 2KHz) cosicché inserendo i dati relativi nel programma del Giangrandi, la severa risposta fu che non era possibile realizzare un filtro della larghezza desiderata e come ho già accennato in precedenza, forse nemmeno di un quarto… Si sa che più si abbassa la frequenza più è facile incappare in questo inconveniente, tuttavia esistono degli ottimi filtri a quarzi centrati a 1400 kHz e larghi 6 kHz reperibili nel mercato del surplus, il che significa che esistono certamente dei quarzi con delle caratteristiche adatte a questa applicazione.
L’esperienza mi ha insegnato che è fondamentale poter misurare, se non si hanno parametri specifici e certi, i quarzi acquistati, e una volta misurata la capacità serie e parallelo inserire i dati in un software perfetto come quello di Giangrandi che ci permette di verificare in pochi minuti la fattibilità nonché il progetto vero e proprio. Non potendo dunque procedere per il motivo di cui sopra, il progetto è stato accantonato ma non è finita qui…

E  QUANDO LA VOLPE NON ARRIVA ALL’UVA…

Certo che se fossimo riusciti a costruire il filtro poi ci sarebbe stato il lavoro di centrare tutti i circuiti accordati delle medie frequenze sul centro del filtro preventivamente misurato ed “aggiustato” al meglio nella forma, poi serviva adattare in impedenza magari con l’ausilio di un paio di buffer a FET in ingresso e in uscita, facilmente si sarebbe verificato anche un incremento della difficoltà meccanica della sintonia ma ovviandovi prontamente con l’aggiunta di una demoltiplica, insomma…non proprio un passeggiata.
Eh eh, tutte scuse! In effetti con un po’ di rammarico ho rivisto le cose cercando almeno di migliorare l’ascolto, sempre un po’ troppo largo per i miei gusti.

UNA SOLUZIONE QUASI ALTERNATIVA

Alla fine lo scopo non era quello di trasformare un G4/220 in un RX di ultima generazione che sarebbe un accanimento davvero ingiustificato e vano ma semplicemente ascoltare in maniera più riposante eliminando quella parte “alta” di bassa frequenza inevitabilmente generata dalla larghezza di banda propria. La felice soluzione è stata quella di costruire un semplicissimo filtro “passa basso” in bassa frequenza da 5 kHz e mi sono affidato al noto programma RFSim99 ottenendo un risultato di tutto rispetto:

frequenza:  5 kHz     attenuazione:   -0.63 dB
frequenza:  6 kHz     attenuazione:   -8.54 dB
frequenza:  7 kHz     attenuazione:   -19 dB
frequenza:  10 kHz   attenuazione:   -36 dB


 

Curva di risposta



Il filtro, del quale allego lo schema, la foto e la curva di risposta, è progettato con impedenza ingresso e uscita di 3.2 Ohm, adatto quindi per essere collegato tra il trasformatore di uscita e l’altoparlante, volendolo progettare per l’ascolto in cuffia occorre  modificare il parametro dell’impedenza da 3.2 a 500 Ohm, realizzazione un po’ meno facile per la reperibilità delle induttanze dal valore piuttosto alto.


Schema

Grazie appunto all’impedenza molto bassa, questo filtro utilizza in tutto quattro piccole induttanze da 130 uH e quattro condensatori elettrolitici, i valori sono stati da me adattati in valori standard prestando molta attenzione al mantenimento della linearità e della pendenza, la qualità audio è veramente piacevole e perfettamente intellegibile sia in AM che in SSB.

Chi avverte la mancanza di un po’ di “frizzantino” oltre a rivolgersi alla propria cantina di fiducia può sempre utilizzare il controllo di tono HI.

Alla prossima!

    Giamp
     IK2VTU


Informazioni tecniche pubblicate sul Bollettino Tecnico Geloso n 107 del 1969

venerdì 23 marzo 2018

Come migliorare le prestazioni per l'ascolto della SSB con il Geloso G4/220

Di Gianpietro Gozzi IK2VTU

Ricevitore Geloso G4/220

Vi racconto un interessante e poco invasiva modifica che ne migliora notevolmente le prestazioni per l'ascolto della SSB, anche se non è nato per questo scopo...immagino inoltre che molti possessori di questo apparato abbiano a lungo sperimentato nel merito, mi direte se anche voi avete adottato le mie stesse tecniche per poter ascoltare decentemente la SSB, anche senza un rivelatore a prodotto. Tutto nacque in fase di allineamento, notai subito che l'ampiezza del BFO era piuttosto bassa per segnali forti e occorreva sempre inserire una certa attenuazione con la apposita manopola per poterli demodulare.

Schema

Per prima cosa ho provveduto ad aumentarne l'ampiezza semplicemente variando il valore della resistenza in serie alla placca della preposta ECC81 (12AT7) passando da 470 k a 20 k, la tensione anodica sale a 60 V e l'ampiezza passa da 5Vpp a 15 Vpp, che secondo me è il valore migliore da iniettare attraverso il link senza silenziare troppo l’apparato.

Poi ho aumentato a 10, le piccole spire del link di accoppiamento, quelle avvolte sul conduttore isolato tra l'ultimo trasformatore di IF e il diodo rivelatore, esattamente come il montaggio originale ma con qualche giro in più, ora il segnale è più che sufficiente anche per i segnali forti, e questa è archiviata. 

Altra cosa che non mi piaceva era la vasta escursione del BFO, circa 10 kHz...troppa roba! E' stato sufficiente inserire una resistenza da 2200 Ohm in parallelo al potenziometro di comando (da 10 k) per avere una regolazione dolcissima, cosi facendo si diminuisce la variazione della tensione che controlla il diodo Varicap BA102 e di conseguenza si muove di meno la sua capacità, naturalmente ognuno potrà scegliere la propria escursione variando il valore della resistenza aggiunta.

A proposito di diodi Varicap, se per caso si guasta il BA102, che muove pochi pF, potete utilizzare un qualsiasi OA90 al germanio oppure un 1N4148 al silicio, variano circa la medesima capacità, qualcuno utilizza anche dei diodi LED& la prova di sostituzione del diodo l'ho fatta per ovviare ad un fenomeno molto “antipatico” pensando che potesse essere causato dal Varicap, mi sbagliavo!

Schema modifica

Ed ecco quindi il problema “antipatico e relativa ultima modifica, il piatto forte! HI.

Il fenomeno fastidioso era un grande trascinamento di frequenza in presenza di segnali forti in SSB ovviamente, occorreva ancora una volta intervenire sempre sulla attenuazione per poter ascoltare bene, peccato che cosi facendo poi si ascoltano solo i segnali forti a patto di continuare a smanettare l'RF gain e cosi non mi piaceva. Pensando di essermela cavata solamente aumentando il segnale del BFO ho dovuto invece rivedere il tutto, la prima cosa è stata quella di individuare lo stadio responsabile del trascinamento, semplice come suonare la tromba! Diceva Miles Davis ho scollegato dunque il BFO ed ho provocato il
battimento a 1900 kHz (valore IF di targa) con un generatore esterno, se trascinava ancora poteva anche essere la convertitrice che in qualche modo condizionava l’oscillatrice locale, ma se non trascinava più era il BFO. Bingo! Era proprio il BFO...di questo ne ero quasi certo visto che questo ricevitore è dotato di un oscillatore locale e buffer stand alone (per fortuna) mi sembrava quindi molto strano che potesse essere influenzato cosi tanto dai segnali d' antenna anche se non ne è completamente immune.

 Ho risolto la questione semplicemente disaccoppiando il segnale del BFO con la sezione triodo inutilizzata della ECC81, in pratica lo schema del primo triodo è invariato tranne che, il segnale uscente dal catodo al posto di andare nell'accoppiamento a link ora procede verso la griglia del secondo triodo che fa da buffer, un semplice separatore a guadagno unitario che "disaccoppia" il segnale generato dal carico, anche se esso è veramente modesto, un esperimento che ha dato i suoi buoni frutti. Ho aggiunto un ulteriore condensatore elettrolitico di filtro sulla linea di alimentazione del BFO per avere il massimo della pulizia della nota di battimento dato che, con l’ aumento seppur modesto della corrente assorbita dalla valvola, aumenta anche leggermente il ripple.

Per effettuare questa semplice modifica occorre ricordarsi di:

1) collegare entrambi i filamenti della ECC81 unendo il pin 4 con il 5.
2) Verificare lo stato di usura della ECC81, almeno come emissione dei filamenti.
3) Utilizzare possibilmente un “unico” ancoraggio di massa per tutti i componenti interessati, onde evitare spiacevoli inneschi, personalmente ho adoperato il cilindro metallico nel centro dello zoccolo.

Ecco il racconto di ciò che ho fatto in un “raro” pomeriggio di relax e divertimento HI.
     73

      Giamp

Informazioni tecniche pubblicate sul Bollettino Tecnico Geloso n 107 del 1969

AM/FM pocket radios to the homeless

Greetings,

I am working on a radio project, and I need some assistance from you. Part of the radio hobby is sharing it with others. I don’t accept or ask for donations of any sort. One of the things I do is give AM/FM pocket radios to the homeless. My project involves earning money from my music video. It is called “Radio.” I am a turntablist. When someone watches my YouTube video, I earn money. All it takes is 3 minutes of my fellow ham’s time. If you could mention my video on your social media account, it will help my cause.  My call sign is KE6FBO. My alias is Peter MacQuarrie. The link to the YouTube video is:  https://www.youtube.com/watch?v=0zkB55QluHo

Thank you so much for helping. This will really help. It makes a difference in a homeless person’s life to know other people care.

73! Albert P McQueary. aka Peter MacQuarrie KE6FBO






Logs 27 Feb - 20 Mar


06831.0: C500: Unid 0739 USB 188-141A, sounding (27Feb18) (AAI)
06849.5: ---: prob. Russian Air Force 0715 (cf) FSK 100Bd/2000 (01Mar18) (AAI)
06850.0: ---: Ukraine Militay, UKR 0755 USB MFSK-4 (double FSK) 100Bd/500Hz,(tones at -750, -250, +250, +750) (01Mar18) (AAI)
06884.0: KRAKOW: Polish MSWiA, POL 0744 USB 188-141A, calling WARSZAWA3 (27Feb18) (AAI)
06902.6: KWX59: Unid US-DoS station 0918 USB 188-141A, calling KWX57 (28Feb18) (AAI)
06909.0: H10: OSCE Net Ukraine, UKR 2054 USB 188-141A, sounding (09Mar18) (AAI)
06933.0: AA9: Israeli Air Force, ISR 1620 USB 188-141A, sounding (07Mar18) (AAI)
06943.0: ---: Unid 0934 USB STANAG-4285 600bps/L, ciphered (or ITA2 variant) messages sandwiched into 5N1.5 framing (27Feb18) (AAI)
06950.0: BY5: Unid (Polish Military?) 0804 USB 188-141A, calling SA1 (27Feb18) (AAI)
06950.0: SA1: Unid (Polish Military?) 1007 USB 188-141A, sounding (28Feb18) (AAI)
07401.0: ZBOR: German Customs patrol boat Borkum, D 0910 USB 188-141A handshake with ZHEL Helgoland / R&S proprietary X.25 (13Mar18) (AAI)
07605.0: 810001: Unid 1822 USB 188-141A, sounding (14Mar18) (AAI)
07617.0: 334123: Turkish Civil Defense, TUR 1619 USB 188-141A, sounding (08Mar18) (AAI)
07646.5: ---: Unid 0922 USB 3G-HF FLSU Async call (27Feb18) (AAI)
07674.0: ---: Unid 0812 USB 3-out-of-6 multitone 40Bd/400Hz modem, probably test transmissions (07Mar18) (AAI)
07692.0: 9HZ: Unid 1827 USB 188-141A handshake with 3OH / 188-110A ST, FED-1052D sending Harris Citadel encrypted file (14Mar18) (AAI)
07692.0: W1C: Unid 1627 USB 188-141A, handshake D9K / 188-110A Serial 2400bpsL fixed rate (08Mar18) (AAI)
07692.0: YO1: Unid 1646 USB 188-141A, handshake W1C / 188-110A Serial 2400bpsL fixed rate (08Mar18) (AAI)
07703.0 WI2XER: possibly Skycast ERS 2129 USB 30 unmodulated tones, 100Hz spaced, lasting 20.7 secs and followed by Morse ID “WI2XER” (16Mar18) (AAI)
07739.0: 420: Unid 0832 USB 188-141A, sounding (08Mar18) (AAI)
07776.0: 123: Algerian Military, ALG 1408 USB USB 188-141A, calling BZ31 (08Mar18) (AAI)
07816.5: ---: Unid 1236 USB (cf +1500Hz) R&S-ARQ 228.6Bd/170 (aka ALIS), calling address 2100 (14Mar18) (AAI)
07827.0: ---: Unid 1811 USB 3G-HF FLSU Async call (14Mar18) (AAI)
07840.0: BRR: Unid (Polish Military?) 0947 USB 188-141A, calling OD0 (28Feb18) (AAI)
07921.0: ---: Turkish Military, TUR 1805 USB Turkish FSK 600Bd/400,  sending KG-84 encrypted msg (08Mar18) (AAI)
07961.0: ---: Unid 1339 USB 3G-HF 2-way FLSU handshake / 188-110A Serial Circuit Mode service, 32-bit ACF unid protocol (13Mar18) (AAI)
07964.0: EK9: Greek Military, GRC 1422 USB USB 188-141A, calling GEF (08Mar18) (AAI)
07964.0: ZM65: Algerian Military, ALG 1417 USB USB 188-141A, calling NX50 (08Mar18) (AAI)
07974.0: ---: Unid 1735 USB STANAG-4481 PSK, sending KG-84 encrypted msg (14Mar18) (AAI)
07997.0: N85: Chinese Military, CHN 1743 USB 188-141A, calling A99 (14Mar18) (AAI)
07998.5: ---: Unid 2113 USB STANAG-4539 3200bps/S bursts, unid 128-bit period secondary protocol (09Mar18) (AAI)
08172.0: TXFA3: Spanish Police, E 0901 USB 188-141A, calling TWCC1 (27Feb18) (AAI)
08218.0: ---: Unid 1759 USB 3G-HF 2-way FLSU handshake / HDL+ transfer (08Mar18) (AAI)
08270.0: ---: Unid 1403 USB STANAG-4197 ANDVT, LPC10 vocoder (08Mar18) (AAI)
08306.0: ---: Unid 0843 USB STANAG-4197 ANDVT, LPC10 vocoder (10Mar18) (AAI)
08322.2: ---: Unid 1439 USB STANAG-4481 PSK, sending KG-84 encrypted msg (08Mar18) (AAI)
08386.5: ---: Unid 1845 USB 3G-HF 2-way FLSU handshake / HDL12 transfer (07Mar18) (AAI)
09540.0: ---: Russian Gov/Mil (?), RUS 0947 USB "Tandeme" system tests MFSK-56/23 25/62Bd 2500 msec bursts on 9540, 9584, 9636 KHz. Also noted before CIS-79 OFDM (20Mar18) (AAI)

MQC - auguri di Pasqua

Buondì vi segnalo questa bellissima iniziativa


Scambio auguri di Pasqua31/03/2018
Con la presente Vi comunichiamo che sabato 31 marzo 2018 è nostra intenzione trovarci tutti in HF, dalle ore 09:00 alle ore 11:00 UTC, per scambiarci gli auguri di Pasqua: come frequenza ci posizioneremo fra i 7.180 e 7.200 Mhz.

Anche per questa attivita' saranno ammesse le trasmissioni sia in QRP in portatile che dal proprio QTH.
Nella speranza di poterci sentire (QRM e propagazione permettendo) numerosi in frequenza, vi inviamo i nostri
73 e
Il Direttivo MQC




IQ3QC
http://mqc.beepworld.it/


io dovrei essere in IZ1KVQ/IA5 ... ma non so se riesco a trovare spazio in macchina per radio trasmittente antenna eccc ... più che altro a convincere moglie e figlia ... spero di ascoltarvi tutti perché comunque non uscirò di casa senza il fedele:

a sentirci 



giovedì 22 marzo 2018

Bushlat-11

Bushlat-11


Prosegue l' ascolto della stazioni numeriche militari Russe.
Questa mattina a Log la stazione Bushlat-11 che trasmette a 4.467 (utilizza anche 4.639), anche questa stazione usa un Marker di frequenza, Bushlat-11 ha trasmesso diversi messaggi tutti di breve durata.
Ne ho registrati 17 tra le 09.08 e le 09.51 Utc che ho unito in un unica registrazione per una durata di poco meno di 3 minuti.

Buon Ascolto: 


Per chi fosse interessato a questo tipo di ascolto, seguendo questo Link potrà accedere al mio gruppo FB dedicato alle Stazioni Numeriche Militari Russe.

Renato IK0OZK

lunedì 19 marzo 2018

Diploma 90° spedizione Dirigibile ITALIA 20 marzo -20 ottobre 2018

L'Associazione Radioamatori Marinai Italiani, per il 90° anniversario della spedizione al Polo Nord del Generale Umberto Nobile con il Dirigibile ITALIA, e per onorare la grande figura del Radiotelegrafista della Regia Marina Giuseppe BIAGI, ha dato vita allo speciale diploma radiantistico denominato “90th Anniversary Nobile expedition on North Pole - Airship ITALIA”. 
R E G O L A M E N T O
Il Diploma "90th Anniversary Nobile expedition on North Pole - Airship ITALIA" è accessibile a tutti gli OM e SWL italiani e stranieri; per conseguirlo occorre effettuare, dal 20 marzo 2018 (00.00 UTC), al 20 ottobre 2018 (24.00 UTC), contatti/ascolti con le stazioni speciali che rievocano la spedizione al Polo Nord del Generale Umberto Nobile con il Dirigibile "ITALIA", secondo le regole che seguono: 
  • saranno validi i contatti/ascolti effettuati, nel pieno rispetto del Band Plan IARU - Region 1, nelle bande HF, in qualsiasi modalità operativa (CW, SSB, DIGITALE);
  • ciascun contatto/ascolto con le stazioni rievocative; nello specifico:
    • i contatti/ascolti con la stazione rievocativa IIØIDO (Stazione Radio-telegrafica Roma San Paolo "IDO") dal 20 marzo al 20 ottobre 2018; Stazione radiotelegrafica della Regia Marina che manteneva i contatti radio con la Nave Citta di Milano e la spedizione al Polo Nord.
    • i contatti/ascolti con la stazione rievocativa II1IGJ (Nave da supporto telegrafico "Citta di Milano - IGJ) dal 20 marzo al 20 ottobre 2018; La nave da supporto scientifico con il quale si tenevano i contatti radio tra il Dirigibile Italia e la stazione radio telegrafica Roma San Paolo IDO.
    • i contatti/ascolti con la stazione rievocativa II1AIT (Airship ITALIA) Dirigibile ITALIA dal 20 marzo al 20 ottobre 2018; Il Dirigibile Italia al comando del Generale Umberto Nobile.
    • i contatti/ascolti con la stazione rievocativa R1LK (Icebreaker KRASIN)La nave rompighiaccio russa che ha tratto in salvo l'equipaggio del Dirigibile Italia.
    • i contatti/ascolti con la stazione rievocativa II1ITR (Tenda Rossa) dal 25 maggio al 25 giugno 2018.
    • i contatti/ascolti con la stazione rievocativa IB2RT dal 20 marzo al 20 ottobre 2018;
    • i contatti/ascolti con la stazione RJ1O - Archangel College Telecomunications; dal 20 marzo al 20 ottobre 2018.
    • i contatti/ascolti con la stazione OK1KLV - Radio club Praha; dal 20 marzo al 20 ottobre 2018
    • i contatti/ascolti con la stazione OL90ITALIA.
    • durante tutto il periodo possono essere previsti altri nominativi speciali rievocativi.
    • i diplomi sono di tre tipi : Bronzo - Argento - Oro
    • al fine di ottenere il diploma - Bronzo, dovranno essere collegate DUE stazioni speciali;
    • al fine di ottenere il diploma - Argento, dovranno essere collegate QUATTROstazioni speciali;
    • al fine di ottenere il diploma - Oro, dovranno essere collegate SEI stazioni speciali;
    • per richiedere la PLAQUE, dovranno essere collegate OTTO stazioni speciali
    • confermato il collegamento via QSL e/o eQSL (eQSL.cc), la richiesta del diploma va inoltrata all'Award Manager con l'estratto del Log, esclusivamente via e-mail ed i messaggi mail dovranno necessariamente riportare come oggetto: AWARD 90^ SPEDIZIONE DIRIGIBILE ITALIA;
    • il diploma sarà inviato gratuitamente nella sola forma elettronica (JPG);
    • per la richiesta della PLAQUE è prevista una somma forfettaria di Euro 35(comprensivo di spese di spedizioni).

    • Award Manager dell'evento, è: 
      IT9MRM - Alberto Mattei email: it9mrm@hotmail.com
      tutte le comunicazioni e le richieste andranno a lui indirizzate.
    • modalità di pagamento:
      - via "POSTEPAY" 4023600645946759 intestata a Mattei Alberto;
    • - via "PAYPAL" al seguente indirizzo it9mrm@gmail.com
      - Bonifico Bancario: IBAN IT46V0200884625000103416422 c/o UNICREDIT filiale di Augusta

Eventuali aggiornamenti sul sito ARMI





EXPEDITION NORTH POLE  "Spedizione Comandante Simone Orlandini"

LOG di MAURO GIROLETTI IK2GFT-SWLI2-1510 Marzo 2018



LW-MW

1557 03.03.18 1650 TWN R.Taiwan Int., Kouhu, Mandarin talk G
1566 18.03.18 1710 KOR HLAZ Jeju,program NEWS KK G
1206 18.03.18 1730 I Amica R.Veneta, Vigonza, Italian folk songs G

BC

4750 03.03.18 1630 BGD Bangladesh Betar, Shavar, Bengali local G
4970 03.03.18 1645 IND AIR Shilong,local music G
6070 10.03.18 0610 CAN CFRX Toronto,Relays CFRB talk G
6180 10.03.18 0620 GER DWD Pinnenberg,weather in german G
6155 10.03.18 0630 AUT R.Oesterreich Intl,Moosbrunn, program in german G
9420 10.03.18 0640 GRC V.Grecee,Avlis,program music typicalin greek E
9650 10.03.18 0650 GUI R Guinée, Conakry,program news in FF G
4949,7 17.03.18 1702 AGL R.Nacional de Angola, Mulenvos,program talk in PP G
4885 17.03.18 1710 KOR Echo of Hope, Seoul,program talk in KK G
4910 17.03.18 1720 IND AIR, Jaipur, Hindi songs G
4810 17.03.18 1725 ARM VO Armenia, Yeravan/Gavar, music local +ID G

IK2GFT-SWLI2-1510 -JRC 525 NRD-LOWE HF 150-Elad FDM S2 -Antenna LOOP ALA100M- MiniWHIP -Filter PAR Electronics LPF - HPF -Lat. 45.25’.00’’ Long. 9.7’.00” -Locator grid. Jn 4