sabato 25 novembre 2017

ATTIVAZIONE IY1SM A SANTA MARGHERITA LIGURE (GE)

Da sabato 25 a giovedì 30 novembre 2017 è operativa, nel Castello di Santa Margherita Ligure (GE) la Stazione Speciale Marconiana IY1SM.
Questa attivazione, curata dalla Sezione A.R.I. di Rapallo e patrocinata dall’Amministrazione Comunale della città rivierasca, intende ricordare gli 80 anni dalla scomparsa di Guglielmo Marconi, avvenuta a Roma il 20 luglio del 1937, e festeggiare l’accettazione di Santa Margherita Ligure, luogo di soggiorno ed esperimenti del grande scienziato (che si possono leggere qui), nella grande famiglia del CSMI (Coordinamento delle Stazioni Commemorative Marconiane Italiane)
Castello di Santa Margherita Ligure 

La stazione IY1SM è dotata di un’antenna filare di circa 50Mt. , con accordatore da palo, e di una direttiva ECO – Yagi 2 elements 10-15-20 m. AGRIMPEX.
La Sezione A.R.I. Rapallo desidera ringraziare tutti quanti hanno reso possibile questa attivazione, ed in particolare:

Tutti lo chiamano diplexer "Filtro passa basso e un filtro passa alto" Di Italo Crivellotto IK3UMZ



Come sapete, il RSP1 / Sdr play ha un solo ingresso antenna; questo per chi vuole ascoltare più frequenze, è un problema.                     


 Avevo necessità di ascoltare le Onde Medie e nello stesso tempo la banda Aeronautica; in pratica 2 antenne separate. Per aggirare l'ostacolo ho costruito un (tutti lo chiamano diplexer) filtro passa basso e un filtro passa alto. Come si evince dalle foto è una costruzione minimale, però funziona. Il tutto assemblato in un ex divisore antenna TV ed eliminando i connettori "F" con connettori BNC che, guarda caso, hanno lo stesso diametro dei fori. Nulla vieta di scegliere altre soluzioni di costruzione, trovate nel solito e provvidenziale cassetto.

 
  Il diplexer collegato alle antenne, il ricevitore RSP1 / Sdr play  schermato con un foglio di alluminio.



Ecco il "diplexer " autocostruito sotto analizzatore, naturalmente il SNA 2550 della ELAD.
Filtro passa basso e filtro passa alto; direi che tutto sommato non è malaccio anche perché l'unico costo sono state le prese BNC.

73
   Italo IK3UMZ   ik3umz@gmail.com
       
Ricevitore SDRPlay 

Antenna Delta Loop quattro bande + 1 di Italo Crivellotto IK3UMZ


Tutti sanno della mia passione per le basse potenze, il QRP; portare a termine un QSO con pochi Watt è un’impresa che ti impegna sotto tutti i punti di vista sia tecnico sia umano. Per me è una mera soddisfazione ed è anche una competizione con me stesso. Naturalmente l’antenna ha il ruolo principale in questa filosofia del QRP, fare il collegamento radio il più distante possibile con la minor potenza possibile, propagazione permettendo, naturalmente.
Dopo aver consultato la “bibbia” di Nerio Neri I4NE sulle linee di trasmissione e dopo aver navigato in internet per trovare progetti e trattati su antenne a loop chiuso, ho deciso di prendere in considerazione questo tipo di antenna e di sperimentare la configurazione a delta-loop con il vertice verso il basso per gli indubbi vantaggi che questa configurazione poteva portare. Visto che ultimamente le canne da pesca sono diventate quasi una tendenza, ho deciso di utilizzarle per assemblare una delta-loop per le bande HF.
Per cominciare ho pensato di fare una delta loop due elementi per la banda dei 10 m essendo i lati del triangolo non troppo lunghi e quindi facile da costruire.
 L’antenna si basa su dei boom lunghi 2 metri in alluminio da 48 mm di diametro e da una distanza fra radiatore e riflettore di 2 metri, misure classiche prese dai sacri testi.
 Per fissare le canne sul boom ho utilizzato un sistema semplice e robusto. Sul boom ho praticato due fori di 20 mm di diametro distanti l’uno dagli altri 4 cm con un angolo di 60°. In questi fori ho inserito un tubo di plastica per impianti elettrici, sempre da 20 mm.
 Le canne da pesca sono state infilate in questi tubi. Vedi foto,  questo sistema, oltre che semplice è stato ottimale in robustezza. Dopo qualche tempo ho fatto sullo stesso boom dei due elementi per i 6 m con la distanza fra radiatore e il riflettore di 50 cm come si vede in foto. Nonostante la scarsa propagazione presente nelle bande interessate, le soddisfazioni non sono mancate. La resa dell’antenna è stata da subito molto buona, con degli eccellenti guadagni sul dipolo. La delta loop è veramente un’antenna eccezionale! 
Visti gli ottimi risultati ottenuti, soprattutto per quanto riguarda i collegamenti in QRP, ho pensato di costruire anche un loop per i 20 m posti al centro del boom.

Come supporto ho utilizzato un’Y fatta con dei tubi innocenti come si vede dalle foto.

Dopo la prima sperimentazione ho pensato di aumentare le bande della delta loop e portare il boom a 4 metri.

 E’ nata così la mia delta-loop con polarizzazione orizzontale:

2 elementi per i 10 m
1 elemento per i 20 m
1 elemento per i 17 m
1 elemento per i 15 m
1 elemento per i 12m ( in costruzione)

 


  Vediamo nello specifico come si assembla una delta loop.

Innanzitutto l’antenna deve essere maneggevole e facile da modificare in qualsiasi momento. Il boom è in alluminio ed è lungo 4 m con un diametro di 54 mm, quindi robusto e leggero. Come supporto per le canne da pesca ho utilizzato dei collari di acciaio inox sui quali sono stati saldati due pezzi di tubo lunghi ciascuno 20 cm aventi un angolo di 60°. Questi supporti sono stati realizzati da Livio IK3ERQ detto anche il “mago Merlino” delle antenne (vista la strana somiglianza.) 
Su consiglio del buon Livio IK3ERQ non sono stati praticati fori sul boom per non renderlo fragile. Ai tubi posti sui collari ho aggiunto un tubo di plastica per impianti elettrici del diametro 20 mm della lunghezza di 40 cm circa e infilati dentro la canna da pesca . Per tarare i loop ho usato l’analizzatore portatile MFJ 259, essenziale per questo lavoro.
 Il filo usato per i loop può essere un cavo elettrico oppure un filo di rame smaltato recuperato ad esempio da qualche trasformatore, l’importante è che non si rompa sotto la trazione delle canne da pesca. Per rendere scorrevole il filo lungo le canne da pesca ho utilizzato pezzi di guaina di cavo coax e fissati ogni metro circa con del nastro isolante. Questo fa in modo che il cavo resti sempre teso.(Vedi foto)

Per la lunghezza totale del filo da utilizzare per l’antenna si tenga in considerazione questa formula:

Lunghezza tot dell’antenna = 300/f  Dividendo il risultato per tre si ottiene la lunghezza del lato del triangolo. Lunghezza del lato triangolo = (300/f)/3 Non ho tenuto presente la velocità del filo che sarà tagliato a misura in fase ti taratura del loop adoperando l’analizzatore MFJ 259.

 L’antenna ha un’impedenza di alimentazione di 110 Ohm circa che sarà portata a 50 Ohm con un cavo da 75 Ohm lungo ¼λ fv (0.85 per cavo TV) Lunghezza balun = ¼λ 0.85. I loop così assemblati hanno una larghezza di banda più che sufficiente per le nostre necessità. Bande dei 20, 17, 15 m 350Khz Banda dei 10m 200Khz .Come si vede dalle foto il balun delle loop è fatto con del comunissimo cavo coassiale TV da 75 Ohm.



Vediamo ora come tarare i loop una volta assemblati.

Prendiamo in considerazione il loop dei 20 m: Lunghezza del filo 300/14=21,42 m ( mi interessava la fetta CW) 21.42/3=7.14 m Lunghezza lato triangolo loop, quindi 2 canne da pesca lunghe 8 m. Vediamo la lunghezza del balun: (21.42/4).0.85= 4,55 m A un capo del cavo da 75 Ohm attacchiamo il filo del loop e dall’altro l’analizzatore MFJ. Tagliamo la lunghezza del filo del loop fino a portare in risonanza l’antenna a 14 MHz. Se tutto è stato eseguito correttamente il loop, funziona con ROS basso da 14 MHz (ros 1/1) fino a 14.400 MHz ( ROS 1/1.7 ). Identica procedura anche per gli altri loop. Discorso a parte per la banda dei 10 m che ho fatto una 2 elementi. 

I dati sono: Distanza fra loop radiatore e loop riflettore 2 m Lunghezza loop radiatore 10,72 m Lunghezza loop riflettore 11 m e cortocircuitare le estremità del cavo in modo da chiudere il circuito del loop. Tarare il radiatore fino a portare il tutto in risonanza. Attenzione a mantenere una certa distanza fra i loop per non creare interferenze fra i loop stessi. Le discese dei loop realizzate sono separate e commutate da un commutatore remoto. La discesa separata ha il vantaggio che in ricezione si possono confrontare i segnali ricevuti dai vari loop . Visto il poco peso dell’antenna, ho utilizzato un rotore usato per antenne TV e ho notato che il tutto poteva funzionare; naturalmente messo nella gabbia per rotore costruito dalla nota ditta Italiana. 
Dopo aver consultato testi e svolto ricerche in internet, ho potuto confrontare le lunghezze dei loop riscontrando una grossa differenza fra la teoria e la pratica dovuta forse al tipo di filo usato. Rispetto al dipolo che vedete in foto (che funziona molto bene) con il loop sento segnali che con il dipolo non sento. Mediamente la differenza con segnali che superano i 1000 Km di distanza la differenza è di 3 punti S a favore della delta loop. L’antenna è ancora in fase di test e dalle prime prove direi che funziona egregiamente. 
Spero di avervi dato spunto per la costruzione di questa fantastica antenna; io ho assemblato dei mono-loop visto che la montagna che ho alle spalle alta 1200 m. mi fa da riflettore, nulla vieta che si possa fare una delta loop classica due elementi per i 20-15-10m usando la tecnica delle canne da pesca. Come si vede dalle foto un grande vantaggio della delta loop è che non è influenzata dal piano di terra e quindi può essere messa a punto con semplicità.



Resto a disposizione per informazioni e suggerimenti all'indirizzo di posta elettronica:        ik3umz@gmail.com

 E ricordate. QRP VIRUM NOBILITAT

   73

    Italo

mercoledì 22 novembre 2017

Dal LOOP a "stendino" al LOOP 2.0 di Italo Crivellotto IK3UMZ


Visto che le onde Medie si stanno svegliando dal letargo, mi sono rifatto il loop... Loop 2.0 di un metro di diametro.


 Occorrente:

3,5 m di piattina di alluminio 2,5 X 0,4 cm ... tanta fantasia..e naturalmente l'amplificatore home made IK3UMZ, per Loop”  http://air-radiorama.blogspot.it/2017/11/amplificatore-per-loop-stendino-di.html ( è più figo che dire autocostruito) è sempre lo stesso.
Come vedete la differenza con il precedente loop  “stendino” ( http://air-radiorama.blogspot.it/2017/11/antenna-loop-con-stendino-di-italo.html ) è solo per una più grande aerea di cattura.
Volevo rendermi conto se veramente con un loop di diametro maggiore la ricezione migliorava .
La costruzione, come vedete è veramente semplice. Il loop è costituito da una piattina di alluminio della lunghezza di 3,5m , largo 2,5 X 0,4 cm .

Come palo di sostegno ho utilizzato  un  tubo di plastica dal diametro di 8cm infilato in un tubo di vetroresina da impianti illuminazione giardino,  con un seghetto ho fatto delle incisioni in cui fermare il loop come si evince dalle foto. Questa mi è sembrata la soluzione più semplice al momento. Sicuramente troverete soluzioni migliori.
Messo alla prova il loop funzione molto bene anche se logicamente il rumore è leggermente più alto del loop “ stendino”.

Concludendo; se non avete la voglia di costruirvi il loop direi che lo “stendino” come entry-level ,è l'ideale per fare degli ottimi ascolti.


    
       Loop + amplificatore home made IK3UMZ     
    73                                                                              

         Italo IK3UMZ
       ik3umz@gmail.com



Studio Denakker 1395 AM, ascoltata un'altra olandese con 100 watt


Dopo Seabreeze AM sono riuscito ad ascoltare da Bocca di Magra un'altra emittente olandese a bassa potenza, sempre su 1395 kHz: Studio Denakker. Per circa un'ora è arrivata davvero a bomba! Ecco anche altri ascolti europei ed italian. Ciao, Giampiero

720 16/11 0730 Antena 1, 4 tx, Portugal, news, fair
810 16/11 0740 BBC Radio Scotland, Burghead, UK, talks, fair, over Spain

936 15/11 1445 RAI Venezia, "L'ora del Friuli Venezia Giulia", regional news, good
945 16/11 0730 Smooth Radio, Bexhill-on-Sea, 700 w, UK, "Street life", fair
981 16/11 0800 Rádio Cesky Impuls, 2 tx, Czech Republic, id news, fair/good
1062 16/11 0730 Country Radio, Praha, Czech Republic, song, talks, id, good over RAI !
1206 15/11 1540 Radio Amica Veneta, Vigonza, Italy, songs, very good
1341 15/11 1500 BBC Ulster, Lisnagarvey Northern Ireland, id, news, fair
1359 16/11 0735 Smooth Radio, 2 tx 200 & 280 w, UK, songs, fair

1395 19/11 0040 Studio Denakker, Klazienaveen, Nederland, 100 w, songs, fair/good //web streaming

1395 19/11 0058 Seabreeze AM, Grou, Nederland, 100 w, id under Studio Denakker, poor
1404 15/11 0800 Radio Cluj, Romania, id, QRM Romania Actualitate
1431 16/11 0731 Smooth Radio, Southend, UK 350 w, fair //945
1476 15/11 0800 Free Radio AM, Trieste, Italy, Lucio Dalla song, fair

1502.8 15/11 1455 Radio Zavidovici, Bosnia, songs, local id, local news also about a protocol with Regione Piemonte, fair/good

1521 15/11 0800 Patria Radio, Slovacchia, id, time, nx, fair
1530 15/11 1500 SRR Radio Constanta, Nufaru, Romania, id, news, over Romania Acualitati, fair
1566 15/11 0800 Vahon Hindustani Radio, Nederland, news in Dutch, Asian songs, fair
1602 15/11 0800 KBC, Nederland, Dutch, id, weak
1602 15/11 1555 Alt FM, Romania, songs, id on the hour, good

RX: Excalibur Pro
ANT: ALA1530LNP loop

martedì 21 novembre 2017

Giappone in onde medie a Bocca di Magra e altri ascolti



Onde medie generose in questo periodo. Finalmente sono riuscito anch'io ad ascoltare il Giappone su 1386 kHz e la Korea su 972 kHz. Sempre presente Taiwan su 1557, quando forte, quando più debole ma spesso ricevibile anche con i portatili. Buoni ascolti, Giampiero


972 15/11 1455-1545 HLCA KBS Danjin South Korea, song, id, news, talks, fair

1134 15/11 1535 Radio Kuwait, Arabic, talks, over Iran
1242 15/11 1550 Radio Sultanate Oman, Arabic songs, QRM Iran, poor/fair
1242 15/11 1430 Radio Iran, Zanjan, interview, fair
1269 15/11 1530 Radio Ardabil, Iran, id, reports, fair
1278 15/11 1600 Radio Kermanshah, Iran, music, id, phonr number, talks good
1296 15/11 1554 Radio Ashna, Kabul, Afghanistan, slow songs, nx at 1600, fair over Spain
1377 15/11 1500 CNR1 Xingyang, China, id, talks, fair

1386 15/11 1550 NHK 2, tx Morioka o Kanazawa, Japan, Japanese songs, talks, at 1600 id & Carillon Interval signal, poor to fair

1386 15/11 1602 Tianjin RGD (p), China, Chinese talks over NHK 2 carillon, weak/fair
1386 16/11 1545 AIR Gwalior, Madhya Pradesh, India, Indian songs, fair
 1467 15/11 1500 TWR PANI, Krasnaya Rechka, Kyrgyzstan, start px, weak
1521 15/11 1557 CRI, Urumqui, China, Chinese music, poor (QRM Slovakia & Saudi Arabia)
1557 15/11 1550 RTI, Taiwan, Chinese talks, good id & nx at 1500 weak

QTH: Bocca di Magra
RX: Winradio Excalibur Pro - ANT: Wellbrook loop 1530LNP

Amplificatore per loop a "stendino" di Italo Crivellotto IK3UMZ


Tutto nasce dalla necessità di avere un'antenna decente in laboratorio, per poter fare un po di ascolto in Onde Medie e Corte. 
Tempo fa , se ricordate, la mia YL stava per rottamare lo “stendino”, divenuto oramai inutilizzabile; visto come era fatto, pensai di utilizzarlo come antenna loop, vedi http://air-radiorama.blogspot.it/2017/11/antenna-loop-con-stendino-di-italo.html 

Antenna “stendino”

 Dopo qualche tempo di ascolto con il loop ” stendino” abbinato all' amplificatore di Fausto IK4NMF . (https://www.nmf-technology.it) lo misi da parte sostituendolo con un loop di maggiori dimensioni che tutt'ora funziona benissimo. 
Visto che passo molto tempo in laboratorio ho pensato di riesumare il vecchio “ stendino” costruendoci un 'amplificatore adatto allo scopo. Avevo poche idee e quelle poche ben confuse, per costruire un amplificatore da abbinare al loop e decisi quindi di consultare il web. Dopo gira che ti rigira nel web mi resi conto che molti schemi elettrici di amplificatori sono dei semplici "fake". Decisi quindi di costruirlo di sana pianta e a costo zero! Fra le cose rimaste inutilizzate nel solito cassetto ho trovato un amplificatore antenna TV marchiato Mitan ed ancora in buone condizioni ; decisi quindi di cannibalizzarlo recuperando i transistor e il case . Fra tanti schemi di amplificatori trovati in rete ho “scremato” quello che mi è sembrato il più logico.
Schema  amplificatore

Come vedete non è nulla di nuovo, è il solito push-pull di transistor, in questo caso due BFR 96 controreazionati sul catodo. Per avere una buona resa con una banda di ricezione abbastanza larga è indispensabile che la bobina di carico (L1) sia di ottima fattura; in verità è molto semplice costruirla, anche se pochi lo spiegano. Se avete sottomano un alimentatore per PC non funzionante apritelo e troverete dei toroidi adatti allo scopo; scegliete quello di colore nero, di materiale più “duro” (si vede ad occhio nudo). A questo punto dovete “twistare” 3 fili di rame lunghi circa 50cm in modo da formare un solo filo composto dai tre fili. Non sapete come fare ? https://www.youtube.com/watch?v=1B38w7WHvwc  Facile no?.. Fatto questo, avvolgete 20 spire nel toroide. Se fate bene attenzione alla foto ricaverete la fase degli avvolgimenti con estrema facilità; importante è che il senso (la fase) degli avvolgimenti sia la stessa.


Toroide  L1

Come vedete l'assemblaggio dei transistor è semplice. Fate attenzione a non scaldare troppo con lo stagnatore i transistor. Usate, se possibile, componenti di buona fattura e resistenze da ¼ di W e occhio alle saldature “fredde”. Per alimentare l'amplificatore ho usato un comune alimentatore antenna TV (e te pareva) di almeno 200mA. L'unica modifica è quella di sostituire l'impedenza con una da 47mH...o quella che avete sotto mano. Prima di dare la scossa controllate bene tutti i collegamenti. I primi ascolti, se pensiamo che il loop ½ m quadro di cattura sono molto buoni, dagli screenshot allegati direi che non è male visto che la basilarità dell'amplificatore.

Amplificatore assemblato

Prove d'ascolto con  loop e l'amplificatore home made IK3UMZ

Screenshot In MW 
Screenshot di IBC Radio a 6070 KHz.   SDRsharper
Screenshot di Italcable a 10,0 MHz . Il primo con SDRsharper

      73

Italo    IK3UMZ     ik3umz@gmail.com

lunedì 20 novembre 2017

Antenna LOOP con "stendino" di Italo Crivellotto IK3UMZ


Vi presento il mio   loop sperimentale  

Poca spesa, tanta resa !Il tutto ha inizio qualche giorno fa quando la YL mi da portare nel centro ecologico lo stendino non più utilizzabile. Vedendolo senza stecche, assomiglia ad un loop avente 0,5 mq di area di ricezione.... i miei pochi neuroni rimasti integri si mettono a lavorare e lo immaginano già bello e funzionante. Effettivamente non ho mai sperimentato un loop aperiodico in ricezione e vedendo tutti questi loop, più o meno blasonati, ho pensato di colmare questo "gap" tecnico-antennistico. E.. l'amplificatore, già l'amplificatore... come faccio ? Dove posso trovarlo? Detto, fatto, telefono a Fausto IK4NMF grande tecnico preparato che li costruisce e ci accordiamo per la spedizione dell'amplificatore.  Mi arriva l'amplificatore, assemblo il loop "spartano" e inizio a fare le prime sperimentazioni in Onda Media. Come potete vedere non è un' opera d'arte. Se funziona ho pronto un loop da 1mq. Inizio ad ascoltare le Onde Medie e Radio Base , la mia preferita, finalmente riesco ad ascoltarla in modo decente. Con l'antenna filare e con quella ciofeca di miniwip prima l'ascoltavo malissimo. Effettivamente questo loop, anche così spartano funziona benissimo. Questo per far vedere che a volte non serve spendere follie per antenne che con un poco di fantasia e di "riciclaggio" possiamo benissimo autocostruirci. 

Ringrazio Fausto IK4NMF per i consigli tecnici oltre che per il corretto funzionamento dell'amplificatore (ik4nmf@gmail.com  https://www.nmf-technology.it/prodotti/loop-ricezione-hf/ )

Stendino da portare in discarica
Tagliato il tubo e infilato un tubo di plastica per protezione

Loop in funzione

                  Loop circondato dal Prosecco                                  Rotore "manuale"

Radio Base 101 ...una bomba.

In  questo momento adopero un loop rettangolare da 2X1m e in certi casi in 40m sento meglio che con il dipolo.

   73