sabato 19 gennaio 2019

CENTRALINO GELOSO G. 1528 - C CON DISPOSITIVO DI ASCOLTO (INTERFONO)


    
Di Ezio Di Chiaro    
Centralino G.1528-C  perfettamente restaurato  completo del cofano

 Tempo fa’  sulla rivista (Radiorama n° 19 )   http://air-radiorama.blogspot.it/2014/02/il-centralone-geloso-g-1532-c.html ) ho  descritto e commentato   un importante  centralino Geloso da me   restaurato   di grosse dimensioni il G 1532-C  denominato (Centralone) a causa delle sue notevoli  dimensioni  ,visto il grande interesse per questo genere di apparecchi  della   Nota Casa    ho deciso di  descriverne   un altro    più  avanzato tecnicamente e con una lunga storia alle spalle . Si tratta del modello G 1528-C potenza 30-35  W  dotato di 30 linee selezionabili, sintonizzatore  radio  FM-OM-OC-OL (i più curiosi noteranno sullo schema il circuitino denominato CAF disegnato in un piccolo rettangolino per la semplice ragione che detto circuito era in attesa di brevetto ) continuiamo con le caratteristiche del nostro centralino  appositamente progettato  e sviluppato su precise  specifiche   del committente .Ed ora un po’ di storia ,questa è  una mia mania  descrivere un argomento legandomi sempre alla storia di  come si svolsero i fatti   dai racconti  dal carissimo ing. Edgardo Velicogna  .
Siamo nel 1965 circa il   servizio  assistenza tecnica  Geloso   viale Brenta 29   viene contattato dalla direzione del carcere  di  S.Vittore  (Milano)  per informazioni tecniche, chiede  se è  possibile tecnicamente   realizzare un centralino  in grado di svolgere le normali funzioni di diffondere musica di sottofondo da radio, giradischi, annunci  da  microfono oltre a poter funzionare anche da  interfonico onde  poter ascoltare  in segreto le conversazioni che avvengono  nelle celle  dei reclusi. La direzione tecnica del carcere asserisce che in passato  erano stati fatti altri tentativi per risolvere il   problema con l’istallazione  di  piccoli microfoni nelle celle, ma anche se ben celati spesso i detenuti riuscivano ad identificarli   neutralizzandoli .Oggi realizzare delle minuscole cimici è uno scherzo da ragazzi con la miniaturizzazione spinta  e la tecnica  digitale  ma allora parliamo di oltre  cinquanta  anni fa’  la tecnologia non  permetteva molte alternative  bisognava ingegnarsi per trovare una soluzione . Grazie alla pluriennale esperienza della Geloso anche  nel campo degli interfonici  non dimentichiamo che nel periodo bellico produceva per la marina militare impianti interfonici   per navi e   sommergibili  italiani e U- Boot  tedeschi  si trattava di  sviluppare    un sistema semplice e sicuro  per risolvere il problema .
Lo sviluppo del progetto   fu affidato all’ing. Stolfa, responsabile  del settore centralini  con la collaborazione dei suoi  tecnici   per trovare  una valida   soluzione, il problema era già noto   altri istituti come scuole, conventi , università, caserme ,  ecc.. in tempi passati  avevano manifestato lo stesso problema ed in parte era stato risolto con un precedente centralino il modello G 1511  ma   ormai obsoleto occorreva progettare qualcosa di nuovo  più funzionale. Dopo aver realizzato diversi prototipi con circuitazioni diverse realizzarono un centralino campione perfettamente funzionante che rispondeva  alle richieste del committente  con  qualcosa in più  il progetto prevedeva  anche la possibilità della registrazione su nastro automatica delle conversazioni . Fu invitata la commissione tecnica del carcere nei laboratori della Geloso dove erano stati istallati per le prove gli apparecchi  composti dal centralino G 1528 C  un mobiletto dotato di giradischi, un registratore a nastro G 268 una serie di cassettine con altoparlante ed il famoso dispositivo  Vocemagic N° 9095 ( Radiorama n ° 53 / http://air-radiorama.blogspot.it/2017/01/vocemagic-geloso-per-registrazioni.html )  adibito alla   registrazione automatica delle conversazioni .
  Centralino completo di tutti gli accessori forniti  per l’istallazione
    
Registratore G 268 a tre velocità dotato di telecomando a filo    -   Mobiletto in metallo  n° 1519          completo di piatto giradischi a quattro velocità   
 Dispositivo denominato Vocemagic  completo di cavi - Vocemagic con circuito a vista       
Centralino restaurato  in attesa di trovare un cofano originale
Scala parlante completamente restaurata completa di mascherina
OM 520-11620 KHz, OL 150-350 KHz, OC 4,6-15 MHz, FM 87-108 MHz

       Interruttori  selezione altoparlanti di sinistra e destra
  Telaio visto da dietro in evidenza i trasformatori  con le due finali EL 34

Altoparlante  spia fissato nel cofano dotato di trasformatore  di linea 

 Targhetta di identificazione del modello  Gruppo rf  2763  per Fm  con valvola ECC 85- e posizioni delle valvole
   
                     Vista in parte  del cablaggio interno                  
Vista interna del telaio completo

La dicitura  Campione  scritta brutalmente sul telaio con un raschietto
Schema completo centralino G 1528 C
Schema registratore G 268
Raro schema del circuito del Vocemagic

 Le prove tecniche si dimostrarono  positive  sotto tutti i punti di vista da indurre la commissione tecnica a commissionare  due  centralini completi di  tutti gli accessori da  istallare in loco momentaneamente   in seguito sarebbero seguiti altri ordinativi .Nasce cosi il nuovo centralino G. 1528  C.  in grado di svolgere la duplice funzione  di diffusione sonora  da radio, giradischi , da  microfono  e  tramite commutazione dal pannello di comando   si trasformava  in un impianto interfonico ,ovvero quello che prima era un semplice altoparlante racchiuso nella cassettina ubicato nella cella  diventava  un sensibile microfono in grado di captare i dialoghi   nella  cella selezionata    ascoltabile dal centralino tramite l’altoparlante incorporato .
Volendo  era  possibile  registrare la conversazione completamente in automatico tramite l’apparecchio denominato Vocemagic N°9095. La funzione del dispositivo Vocemagic permetteva di economizzare  anche  sulla durata del nastro in quanto  il registratore si attivava solo in presenza di una conversazione  a fine dialogo automaticamente si fermava ma sempre pronto a ripartire in presenza di un nuovo dialogo tra detenuti. L’istallazione dell’impianto  per un perfetto funzionamento imponeva che le cassettine degli altoparlanti fossero connessi con un cavetto schermato a due fili più lo schermo collegato alla massa comune del centralino a sua volta ad  una buona presa di terra.  L’istallazione  dei primi centralini furono  eseguiti  direttamente  dai tecnici della  Geloso  guidati   personalmente  dall’ing. Stolfa  in cui aveva previsto  un semplice escamotage   rivelatosi in seguito utile ,aveva consigliato  ai  suoi  tecnici   di  aggiungere una goccia di vernice sulla testa delle viti che fissavano a muro  le  cassette degli altoparlanti   questo  particolare serviva per individuare una eventuale manomissione  della cassettina da parte dei reclusi .
Due  modelli di  cassettine  istallate in base alle dimensioni delle celle

Il giorno prima del collaudo i tecnici con delle scuse  passarono a controllare le cassettine e come volevasi dimostrare erano  state  tutte  manomesse alla ricerca   di microfoni nascosti   ma   visto il contenuto della  cassettina un semplice altoparlante ed un piccolo trasformatore  pensarono che    non c’era niente da temere .Sembra dico sembra   come mi raccontava l’ing Velicogna che questo semplice sistema abbia permesso di acquisire  informazione importanti  dalle conversazione  tra  detenuti  dimostratosi  utili ai fini processuali . Ed ora voglio svelare un piccolo segreto se tale  si  può considerarsi,  la società  Geloso  è sempre stata restia a magnificare le caratteristiche di questo centralino realizzato con  un preciso scopo di carpire informazioni   con l’inganno,  temendo  eventuali  ripercussioni e minacce   all’azienda da parte di soggetti malavitosi  ex detenuti.  Dopo la parentesi (S. Vittore) il centralino fu inserito  in catalogo disponibile per il mercato ,in seguito furono  apportate  modifiche estetiche  con   la sostituzione di nuove manopole  interruttori di diversa foggia  ma le caratteristiche tecniche  rimasero immutate. Fu  prodotto  ed esportato in tutta Europa  rimase in catalogo per molti  anni fino alla  chiusura  dell’azienda  era  presente sul bollettino 112/113 del 1970 (http://www.arimi.it/wp-content/Geloso/Bol112-113.pdf ). 
Ed ora torniamo ad oggi quel famoso centralino prototipo Campione   che fu utilizzato per le varie prove, io lo recuperai negli anni settanta in Geloso era poco più di un rottame senza contenitore  mancante del gruppo FM abbondantemente cannibalizzato  senza  mascherina e mancante delle  valvole, lo portai a casa ed è rimasto in letargo per tanti anni finche questa estate ho deciso che era arrivata la sua ora ,dopo averlo lavato completamente  con sapone neutro   con la canna dell’acqua   in  giardino è rimasto per tre giorni in piena estate al sole per una perfetta asciugatura, ho redatto la  lista del materiale  mancante utile  per completare il restauro. La prima operazione schema alla mano è stato rivedere il cablaggio  sostituire i vari condensatori e resistenze fuori tolleranza il  Gruppo RF per FM N° 2763  l’ho recuperato da un altro rottame  parzialmente cannibalizzato ma attendevo con fiducia la fiera di Marzaglia a settembre  in cui sono riuscito a recuperare tutto il materiale mancante. Ho completato il tutto con il suo mobiletto  con  giradischi   originale N° 1519  il  Vocemagic   N°9095  ed il suo microfono ad alta impedenza M 59 .Completato il restauro e tarato perfettamente   l’ho provato  alla presenza di amici  poco fiduciosi  non pensavano che un simile oggetto potesse funzionare oltre che da radio anche da interfono  cosi dopo aver sistemato una cassettina con l’altoparlante in terrazza il centralino montato in laboratorio ad  oltre 30 metri di distanza collegato il tutto con un cavetto a due fili schermato e lo schermo collegato alla terra come consigliava la Casa   il tutto funzionava egregiamente  come interfonico e   perfettamente anche come radio sia in FM che sulle altre gamme OM - OC - OL   con notevole potenza grazie alle due finali  EL 34. Il restauro è stato piuttosto impegnativo specialmente la ricerca dei componenti mancanti in particolare  le   rare  manopole originali in parte recuperate da un vecchio amplificatore ma la  soddisfazione è stata tanta per essere riuscito a far rivivere questo centralino della Nota Casa  .


Bollettino Tecnico Geloso N° 112/113 del 1970 (http://www.arimi.it/wp-content/Geloso/Bol112-113.pdf
        
     Istruzioni Centralino G1528-C             Pubblicità registratore G 268 con Vocemagic
                                                                            http://www.arimi.it/wp-content/Geloso/Bo81.pdf

Matera, Capitale Europea della Cultura 2019, ha il suo nominativo IR7MT.


 In occasione dell'inaugurazione della manifestazione, che avverrà in presenza del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, la stazione IR7MT sarà attiva in HF a partire dalle 14,30.

REGOLAMENTO
In occasione della manifestazione a carattere internazionale “Matera Capitale Europea della Cultura 2019” il nominativo speciale IR7MT ha lo scopo di celebrare di tale evento. Durante il periodo di svolgimento di questa importante manifestazione, l’intero team dei radioamatori organizzatori effettuerà collegamenti-radio con tale nominativo speciale.

COME COLLEGARSI
Nel periodo che va dall’1 gennaio 2019 al 31 dicembre 2019, la stazione Special Call IR7MT, opererà su tutte le bande radioamatoriali, nei modi SSB, CW e Digitale (RTTY e PSK). La stazione sarà attiva nei fine-settimana, nelle festività più importanti e durante lo svolgimento di Contest HF.

I collegamenti saranno confermati con QSL via Bureau o via diretta. Ogni stazione che si sarà collegata con IR7MT potrà chiedere al manager dell'evento un attestato di avvenuto collegamento, scrivendo nel form dei contatti per riceverlo via e-mail.

AM Rally 2019 Operating Event on the HF+6M Amateur Bands



Evento operativo Rally AM sulle bande amatoriali HF + 6M 

0000Z sabato 2 febbraio - 0700Z lunedì 4 febbraio(19:00 EST venerdì 1 febbraio - 2:00 EST EST lunedì 4 febbraio) 
(16:00 PST Venerdì 1 febbraio - 11:00 PST Domenica 3 febbraio)
AM Rally:
Lo scopo di questo evento è di incoraggiare l'uso della modulazione di ampiezza sulle bande radioamatoriali amatoriali da 160, 80, 40, 20, 15, 10 e 6 metri e di evidenziare vari tipi di apparecchiature AM attualmente in uso. Questo evento è aperto a tutti i radioamatori che eseguono la modulazione completa dell'ampiezza della portante (AM standard), utilizzando qualsiasi tipo di apparecchiatura radio. Modern, Vintage, Tube, Transistor, Software Defined, Military, Boat Anchor, Broadcast, Home Brew o Radio disponibile in commercio sono tutti i benvenuti per unirsi al divertimento di AM.

About the AM Rally:  http://www.amrally.com/ 


    160 Meters: 1.885, 1.900, 1.945, 1.985 (USA)
                         1.850 (W. Europe)
                         1.933 &1.963 (in the UK)
                         1.843 (Australia)
    80 Meters:  3.530, 3650 (South America)
                        New3615, 3625 (in the UK)
                        3705 (W. Europe)
                        3.690 (AM Calling Frequency, Australia)
    75 Meters: 3.825, 3.870 (West Coast), 3.880, 3.885 (USA)
    40 Meters:  7.070 (Southern Europe)
                        7.120, 7.300 (South America)
                        7.175, 7.290, 7.295 (USA)
                        7.143 (UK)
                        7.146 (AM Calling Frequency, Australia)
    20 Meters: 14.286
    17 Meters: 18.150
    15 Meters: 21.285, 21.425
    10 Meters: 29.000-29.200
    6 Meters: 50.4 (generally), 50.250 Northern CO
    2 Meters: 144.4 (Northwest)
                     144.425 (Massachusetts)
                     144.28 (NYC-Long Island)
                     144.45 (California)
                     144.265 (Los Angeles, CA)

5° Pile-Up Contest 144 MHz

La Sezione ARI di Lissone organizza per

Domenica 20 Gennaio 2019

il primo contest VHF della durata di un’ora.



L’obiettivo è quello di concentrare il maggior numero di stazioni in un tempo ristretto.
Ad ognuno la possibilità di sperimentare la propria strategia.
Data e Orario - Il contest avrà luogo Domenica 20 Gennaio 2019 dalle ore 10:00 alle
ore 11:00 UTC (dalle 11:00 alle 12:00 orario locale).





ALLA SCOPERTA DEL DMR 54° convegno dell’ARI Romagna Ravenna il 13 e il 14 Ottobre 2018.

Presenta Alessandro Carelli IW2NUO

ALLA SCOPERTA DEL DMR  


Serie di video, dedicati al tema del DMR, prodotti durante il 54° convegno dell’ARI Romagna (Associazione Radioamatori Italiani) che si è svolto a Ravenna il 13 e il 14 Ottobre 2018.

La prima parte è disponibile a questo link: https://goo.gl/fZCHtr

La seconda parte è disponibile a questo link: https://goo.gl/FULkmP 

La terza parte e ultima parte è disponibile a questo link: https://goo.gl/69F3yZ

Il Digital Mobile Radio (DMR) è uno standard aperto di comunicazione radio definito nell'European Telecommunications Standard (ETSI). L’Ingegner Alessandro Carelli, che ha partecipato al gruppo di lavoro ETSI per la stesura dello standard, ci illustra in questo video le peculiarità del protocollo #DMR.

Data la completezza della presentazione e i molti argomenti trattati dal punto di vista tecnico, il video è stato diviso in tre parti ora disponibili sul canale Facebook e YouTube di JVCKENWOOD ITALIA.
Iscrivetevi alla pagina Facebook di JVCKENWOOD per non perdere i prossimi video in preparazione!

venerdì 18 gennaio 2019

da MARCONI ....al FUTURO 9 Febbraio Santa Marinella (Roma)


Castello di Santa Severa a Santa Marinella (Roma)

Castello di Santa Severa  SS1 Via Aurelia, Km 52,600,
00058 – Santa Marinella
T. +39.06.39967999

mercoledì 16 gennaio 2019

NAVTEX 518 kHz, log just for fun

La Maddalena, antenne NAVTEX. Dal sito della Guardia costiera
 Qualche ascolto NAVTEX sui 518 kHz just for fun a Bocca di Magra con l'AirspyHF+ e il loop Wellbrook ALA1530LNP. Decoder YAND. 73, Giampiero

20190107 0015 518 $09B A9M Bahrein, BHR                 4124  km
20190116 2042 518 $01E GNI Niton,ENG                   1096
20190107 1713 518 $03H SVH Irakleion,GRC               1664
20190107 1707 518 $01G GCC Cullercoats,ENG             1471
20190107 1647 518 $01E GNI Niton,ENG                   1096

20190107 1634 518 $03D TAH Istanbul,TUR                1544
20190107 1551 518 $03X EAV Cabo de la Nao,ESP          1007
20190107 1525 518 $03U IQM Mondolfo,ITA                 253
20190107 1530 518 $01V OST Ostend,BEL                   958
20190107 1534 518 $03V ICI Sellia Marina,ITA            805

20190107 1503 518 $01S DDH47 Pinneberg,DEU             1072
20190107 1512 518 $03L SVL Limnos,GRC                  1372
20190107 1458 518 $03R ICH La Maddalena,SA,ITA          320
20190107 1440 518 $03Q 9AS Split,HRV                    514

20190107 0635 518 $01P PBK Den Helder,HOL              1063
20190107 0620 518 $01O GPK Portpatrick,SCT             1622
20190107 0530 518 $03J LZW Varna,BUL                   1404
20190107 0449 518 $03F TAL Antalya,TUR                 1930

20190107 0411 518 $03B 7TA Alger,ALG                   1029
20190107 0402 518 $03A UDN Novorossiysk,RUS            2200
20190107 0356 518 $09X SUZ Ismailia,EGY                2463
20190107 0227 518 $01O GPK Portpatrick,SCT             1622
20190107 0211 518 $01N LFO Orlandet,NOR                2154
20190107 0157 518 $01L LGQ Rogaland,NOR                1627

20190107 0203 518 $01M Lxx Jeloya,NOR                  1715
20190107 0115 518 $01J SAA Gislovshammar,SWE           1296

20190106 2100 518 $02G EAC Tarifa,ESP                  1575
20190106 0420 518 $03C UTT Odessa,UKR                  1616
20190106 0123 518 $02I EAL Las Palmas,CNR              2800
20190105 2201 518 $03M 5BA Cyprus,CYP                  2208

20190105 0230 518 $03P 4XO Haifa,ISR                   2521
20190105 0240 518 $03Q 9AS Split,HRV                    514
20190105 0230 518 $02P CTQ Porto Santo,MDR             2542
20190105 2358 518 $09X SUZ Ismailia,EGY                2463
20190106 0132 518 $03J LZW Varna,BUL                   1404
20190106 0227 518 $01O GPK Portpatrick,SCT             1622
20190106 0420 518 $03C UTT Odessa,UKR                  1616

Giampiero Bernardini
QTH Bocca di Magra, La Spezia, Italy
RX: AirspyHF+
ANT: Wellbrook ALA1530LNP

Decoder: YAND

martedì 15 gennaio 2019

RADIO CAIRO Nuovo orario Gennaio- Giugno 2019

Cari amici di Radio Cairo 
Eccovi in allegato il nostro orario di Gennaio - Giugno 2019! 
                               

 
Programma Italiano d’Oltremare, stanza 654, P.O. Box 566, 11511 il Cairo, Egitto  programma.italiano@yahoo.it

venerdì 11 gennaio 2019

Mostra "STORIA della RADIO" a cura di Dino Gianni, Vimercate .Dal 12 al 26 gennaio 2019

Dal 12 al 26 gennaio 2019
Fumagalli mobili è lieta di presentare per la prima volta, la STORIA della RADIO. Mostra curata direttamente da un appassionato storico che risponde al nome di Dino Gianni. Verranno infatti esposte, all'interno dello showroom di via Cavour 89 a Vimercate, (provincia di Monza e della Brianza) varie radio d'epoca, dal 1920 al 1970 ca. tutte regolarmente funzionanti. www.fumagallimobili.it.



                                  

Il Museo delle Comunicazioni di Vimercate di I2 HNX - Romualdo Gianni (Dino)


mercoledì 9 gennaio 2019

Sezione ARI Loano, serata a tema Venerdi 18 gennaio 2019 - Remotizzazione di una stazione radioamatoriale e Dxpedition Rwanda 2018 (9X0T e 9X0X)

 

Ciao
 comunico che Venerdi 18 gennaio 2019 alle ore 21.00 presso la sezione ARI Loano in Via Magenta 8 avremo una serata a tema con l' Italian Dxpedition Team ospiti Silvano I2YSB e Stefano IK2HKT .


Si raccomanda la puntualità,  visto il ricco programma della serata che terminerà entro le 23.30 seguito con il consueto buffet offerto ai presenti.

73' Tony IK1QBT
Presidente Sezione ARI Loano

martedì 8 gennaio 2019

Super Typhoon Devastates USAGM Transmission Sites

Danni agli elementi radianti dell'antenna a tendina 305L su Tinian

 JAMES CARELESS DEC 20, 2018 
Yutu scored a direct hit on two islands in the Northern Mariana Islands in October
 
Super Typhoon distrugge i siti di trasmissione USAGM
Danni alla linea di alimentazione dell'antenna su Saipan
Le  antenne ad onde corte utilizzate dall'Agenzia americana per i media globali a Saipan e Tinian sono state fatte a pezzi a causa di venti da 300kM/h   in ottobre. Super Typhoon Yutu ha devastato il gruppo di isole Mariana settentrionale nell'Oceano Pacifico nordoccidentale.
 
Distrutta la torre del servizio telefonico su Tinian.
USAGM - fino a poco tempo fa nominato il Broadcasting Board of Governors - utilizza i siti di Saipan e Tinian per trasmettere la programmazione radiofonica multilingue di Radio Free Asia e Voice of America in Cina e in altre nazioni asiatiche. 
 
Danni al contrappeso dell'antenna su Tinian
Danni all' antenna satellitare di Saipan
"Entrambe le stazioni sono state completamente spazzate via", ha scritto William Martin, direttore della stazione trasmittente delle Filippine USAGM, in un messaggio di testo all'host di trasmissione "World of Radio" di lunga data e all'editor di Digestione di ascolto DX Glenn Hauser, condiviso con Radio World. "Le antenne sono state mutilate, i tetti parzialmente strappati, le linee di recinzione appiattite. Entrambi i siti saranno off-line per un minimo di sei mesi, probabilmente fino a un anno.

 "UN FUTURO INCERTO”

La distruzione della capacità di trasmissione ad onde corte di REKTS arriva in un momento in cui l'USAGM si sta ritirando dalle trasmissioni radio in onde corte in generale. La grande ragione è il denaro. Ad esempio, il costo di alimentare i tre trasmettitori Continental 418E da 100 kW nel solo sito di Saipan è astronomico rispetto allo streaming di contenuti online. Per ragioni analoghe, i governi di tutto il mondo hanno ridotto i loro servizi radiofonici internazionali - il BBC World Service ha cessato le trasmissioni ad onde corte nel Nord America - o li ha completamente eliminati.

"USAGM non ha nascosto il suo desiderio di spostare il suo investimento da onde corte a tecnologie più nuove e più alla moda", ha dichiarato Kim Andrew Elliott, analista ricercatore del settore VOA in pensione e produttore di "Radiogramma a onde corte", che trasmette testo e immagini tramite stazioni analogiche a onde corte WRMI in Florida e Space Line in Bulgaria.

"Come tale, potrebbe essere tentato di cogliere l'occasione per chiudere le stazioni a onde corte nord Mariana, o almeno Saipan, la più piccola delle due. Tuttavia, se le torri di Saipan sono ancora in piedi ei trasmettitori sono ancora operativi, e considerato il crescente potenziale di crisi nell'Asia orientale che spinge ulteriormente Internet, sarebbe una buona idea tenere entrambe le stazioni in onda ", ha detto Elliott.

Questa opinione è ripresa da Glenn Hauser, un'altra delle autorità a onde corte più esperte al mondo. Alla domanda se si aspetta che l'USAGM ripari questi siti, dato che l'agenzia ha discusso pubblicamente la chiusura di REKTS nel 2019, Hauser ha risposto: "Ne dubito, poiché la tendenza è già passata dall'onda corta al webcasting".

La distruzione della capacità di trasmissione ad onde corte di REKTS arriva in un momento in cui l'USAGM si sta ritirando dalle trasmissioni radio in onde corte in generale. La grande ragione è il denaro. Ad esempio, il costo di alimentare i tre trasmettitori Continental 418E da 100 kW nel solo sito di Saipan è astronomico rispetto allo streaming di contenuti online. Per ragioni analoghe, i governi di tutto il mondo hanno ridotto i loro servizi radiofonici internazionali - il BBC World Service ha cessato le trasmissioni ad onde corte nel Nord America - o li ha completamente eliminati.