sabato 22 luglio 2017

Bari ricorda Guglielmo Marconi: dal 21 al 23 luglio


Dal 21 al 23 luglio in mostra le radio della “collezione Giarletti”
Una collezione eccezionale di radio d’epoca sul lungomare per ricordare Guglielmo Marconi: è prevista per venerdì 21 luglio l’inaugurazione dell’evento per la commemorazione dell’80° anniversario della scomparsa di Guglielmo Marconi e del 90° anniversario dell’istituzione dell’Associazione Radioamatori Italiani. L’appuntamento è alle ore 18.00 alla rotonda Giannelli. Durante l’iniziativa, che si terrà fino al 23 luglio, nei box allestiti ad hoc sarà possibile visitare la prestigiosa collezione Giarletti con alcuni esemplari di radio. L’Ari, invece, terrà un collegamento ininterrotto h 24 con tutti i radioamatori nel mondo. Il sabato, tra le 14 e le 20, Poste Italiane installerà una postazione per l’annullo filatelico speciale.

venerdì 21 luglio 2017

FM DX – Le radio locali delle valli Bergamasche

Chi vive in provincia di Bergamo come il sottoscritto, conosce le nostre valli, tra le più importanti le valli Brembana, Imagna e ovviamente Seriana. Alcune di queste valli hanno radio locali che coprono l’intera valle e le zone limitrofe ma che purtroppo non sono ricevibili sull’area di pianura dove dominano i ripetitori di Valcava, Roncola e Penice.
E’ quindi quasi impossibile ricevere queste stazioni in quanto i network nazionali o le radio private che fanno servizio regionale utilizzano le stesse frequenze con svariati KW di potenza.
Ma c’è un ma, con un po’ d’ingegno e la giusta attrezzatura è possibile ascoltare queste emittenti, nel limite del possibile ovviamente. E’ infatti ovvio che se la frequenza è occupata da una stazione da 30KW, tirare fuori qualcosa di ascoltabile è letteralmente impossibile.
Molte volte però queste emittenti si trovano tra le “pieghe” dell’etere, schiacciate tra due segnali più forti e quindi totalmente ignorate dalle autoradio o dall’automatic scan delle radio domestiche ma fruibili con particolari strumenti. Comincio questa rassegna di articoli dedicati a queste emittenti locali e che molte volte offrono una selezione musicale ottima e differente dalla classica programmazione dei network o della RAI.
Cominciamo con Radio Antenna 2, emittente che a sede a Clusone in Valle Seriana e che è ricevibile nell’intera vallata e nelle valli limitrofe con un buon parco frequenze. L’emittente in onda da 35 anni offre un servizio locale dedicato alla Valle Seriana ovviamente e alle valli limitrofe promuovendo il territorio, gli eventi e il turismo. Oltre alla radio è in onda anche un canale televisivo omonimo su digitale terrestre. Parte del gruppo il portale Myvalley.it, sempre con lo stesso scopo promozionale. Trovate tutti i link da visitare all’interno di questo articolo, compreso il link per ascoltare l’emittente in streaming.
Ma non è dello streaming che voglio parlare, ma della ricezione in FM sulla frequenza di 100.6 Mhz. Inutile dire che con qualsiasi ricevitore domestico, non si trova nulla, i ricevitori vanno direttamente sui 100.7 e 100.5 dove si trovano altre emittenti con potenze maggiori. Va meglio con l’autoradio che aggancia piuttosto facilmente ma solo per alcuni Km attorno alla mia residenza, dopodichè il silenzio assoluto fino ovviamente all’area di copertura. Il trasmettitore è sito sul Monte Rena,in località Albino che resta in posizione Nord – Est rispetto a casa mia e a vista.  Mi sono armato quindi del ricevitore Sdrplay V.1 e del software SdrUNO nella sua ultima versione ed ho provveduto ad installare una piccola antenna in soffitta. Niente di particolare, una vecchia antenna a baffo di un ancor più vecchio televisore Mivar. Connesso il tutto ecco sbucare un segnale appunto sui 100.6 Mhz. Segnale dal principio debole, poi con un paio di aggiustamenti all’antenna, abbastanza forte da essere fruibile pienamente. Devo dire che SdrUNO si comporta in modo egregio con i deboli segnali FM, calcolando che a 100.7 sta un’altra emittente con giusto 25 dB di differenza (attenuato muovendo l’antenna, in realtà erano molti di più).
Sta di fatto che il primo tentativo di scovare queste emittenti è andato a buon fine. Qui sotto un piccolo filmato con la ricezione durante il notiziario.
Potete ascoltare l’emittente in streaming 24/7 e visitare il sito e i vari social tramite i link qui sotto.

Museo marinaro «Tommasino-Andreatta»



E' giusto quando si va all'estero, visitare dei musei ... ma troppo spesso dimentichiamo i nostri. 
Grazie ad un nostro socio I1MMN, istruttore qualche anno fa presso la scuola, abbiamo scoperto, unitamente a molti soci della sezione A.R.I. di Genova il museo marinaro «Tommasino-Andreatta».
Un vero museo che non ha nulla da invidiare ai blasonati cugini tirato su da persone di buona volontà e nonostante sia stato realizzato con pochi mezzi economici custodisce un patrimonio importante e ben esposto.
Nonostante le iniziali difficoltà organizzative e logistiche, ora è possibile, previo appuntamento, visitarlo.

Il museo è un importante tassello dalla nostra storia, della cantieristica navale, della storia della navigazione ed della storia della comunicazione dell'esercito e della marina militare ed apparecchi radio antichi dell'epoca marconiana.















Il museo espone modelli navali statici e naviganti, molti dei quali costruiti da Franco Tommasino e raccolti o acquistati dal collezionista Ernani Andreatta, fondatore del museo. 



Inoltre sono esposti strumenti nautici, utensili e attrezzi da pesca e da lavoro dei maestri d'ascia, e una collezione di oltre 3.000 conchiglie.
Quadreria dei grandi velieri costruiti nel Tigullio e archivio storico.

C'è anche la bella ricostruzione della scuola di telegrafia (in uso fino agli anni 90) e molti tasti telegrafici d'epoca.






Museo marinaro «Tommasino-Andreatta» si trova presso la  Scuola Telecomunicazioni delle Forze Armate, via Parma 34 a  Chiavari (GE)

i riferimenti telefonici sono: 0185 314403 cell 0039 335 39 26 01
l'email : andreattaernani@libero.it

Le prossime manifestazioni del museo le trovate qua:


Il museo è anche stato visitato da l'arciduca d'Austria leggete l'articolo sul giornale digitale:

l'arciduca d'Austria al museo Andreatta 



giovedì 20 luglio 2017

Marconi, non solo inventore ma anche leader scientifico. A 80 anni dalla morte


Ottanta anni fa
, il 20 luglio 1937,  fa moriva Guglielmo Marconi, il padre della radio. L'uomo che ha cambiato il nostro modo di vivere dalla radio alla televisione, dal telefonino al wifi...

Fu un grande scienziato che credette fino in fondo nella sua creatura, la radio, sfidando tutto e tutti. Ma fu anche un eccellente organizzatore scientifico. Con lui come presidente, il CNR conobbe nuova vita e la ricerca scientifica in Italia ne ricevette un grande impulso, anche se non mancarono le invidie e i bastoni tra le ruote...

Invito chi fosse interessato a leggere un mio articolo sul sito Avvenire.it CLICCA QUI


Ancora Judica Cordiglia : commemorazione Sputnik ed altro .....



2^ serata a tema A.R.I. Genova











La Sezione A.R.I. di Genova presenta la seconda serata "estiva" a tema! Vi giro così com'è l'email di Federico IU1FHJ





Buonasera a tutti i soci,
la sezione A.R.I. di Genova è lieta di comunicare che dal mese di Giugno 2017 hanno preso  il via gli eventi denominati:





“UNA SERATA ATTORNO ALLA RADIO”

Una serie di appuntamenti nello stile di “serata a tema” nei quali verranno trattati diversi argomenti riguardanti il mondo della radio e delle telecomunicazioni: elettronica, nuove tecnologie radiantistiche analogiche e digitali, aspetti legali ed amministrativi, tecniche di trasmissione ed utilizzo evoluto delle apparecchiature radioamatoriali di ultima generazione e… tanto altro!

Un momento dove nuovi e “maturi” OM possono approfondire le loro conoscenze tecniche ed aggiornarsi sul mondo radiantistico sempre più dinamico ed in continuo sviluppo.    

Venerdì  21 Luglio 2017 è fissato il secondo appuntamento con “UNA SERATA ATTORNO ALLA RADIO” dal titolo:


"MISURE SU FILTRI ED ANTENNE”

La relazione sarà a cura dal nostro Presidente Carlo IK1QHU.


Gli argomenti trattati saranno i seguenti:

- Filtri ed antenne: come misurare i loro valori ed effettuare le opportune tarature e modifiche con gli strumenti di laboratorio.

Al termine della relazione vi sarà spazio per porre domande e ricevere risposte ai quesiti posti al relatore.


Vi attendiamo numerosi Venerdi 21 Giugno 2017 alle ore 21.00 presso la sede ARI IQ1GE  in Salita Carbonara, 65B – Genova - Tel. 010/255158.

73! Sez. ARI Genova







Mi raccomando, seguiteci anche sul cluster, al termine della serata faremo qualche chiamata con la stazione "jolly" per il diploma  (speriamo in CW ma non garantisco nulla)!!!


http://air-radiorama.blogspot.it/2017/07/ultima-settimana-ii1asge.html









mercoledì 19 luglio 2017

Radiorama web n.70 di 114 pagine è scaricabile gratuitamente da tutti



Nuovo numero di Radiorama di 114 pagine disponibile per il download.




Radiorama è una pubblicazione dedicata alla diffusione del radioascolto,nazionale ed internazionale, al mondo della radio nell'accezione più ampia del termine, avente anche la funzione di Organo Ufficiale dell'A.I.R.; è realizzata esclusivamente col contributo disinteressato dei Soci della Associazione.

martedì 18 luglio 2017

Il nuovo modo digitale FT8

In questi giorni i radioamatori stanno provando un nuovo sistema di comunicazione digitale chiamato FT8 che è stato sviluppato da Joe Taylor K1JT, e Steven J Franke K9AN.
FT8 sta per "Franke-Taylor design, 8-FSK modulation" ed è descritto per segnali molto deboli con aperture brevi, in cui si desidera completare velocemente il QSO in modo affidabile e con conferma.

La sequenza avviene in 15 secondi e il QSO è 4 volte più veloce di JT65 o JT9.
I primi collegamenti stano andando bene, tenendo conto che il software non è ancora definitivo e il codice è in via di modificazione per migliorare alcune attività e in modo particolare la sensibilità, come è già avvenuto per i precedenti modi JT65 e JT9.
Questo nuovo modo ha spiazzato ADIF.org nella versione 3.0.5. ma le varie piattaforme di QSL hanno già adeguato i loro sistemi e le conferme si stanno scambiando, in quanto in via informale è girato in rete il nuovo documento 3.0.6 che sostanzialmente approva il nuovo modo.

Il software può essere reperito qui attualmente nella sua versione "candidate release" 1.8.0-rc1
In Facebook sono stati aperti due gruppi pubblici "FT8 Digital Mode Experimental Group""FT8 Digital Mode Club" dove potete trovare molte informazioni utili e dove sono pubblicate diverse QSL interessanti.

Pertanto fuoco alle polveri, buoni collegamenti e buoni ascolti!  '73, Valter, IK1QEW
18 luglio 2017

il collegamento con IY1SP, Marconi's Memorial Radio Station, La Spezia

il segnale evidenziato di IY1SP

lunedì 17 luglio 2017