mercoledì 16 gennaio 2019

NAVTEX 518 kHz, log just for fun

La Maddalena, antenne NAVTEX. Dal sito della Guardia costiera
 Qualche ascolto NAVTEX sui 518 kHz just for fun a Bocca di Magra con l'AirspyHF+ e il loop Wellbrook ALA1530LNP. Decoder YAND. 73, Giampiero

20190107 0015 518 $09B A9M Bahrein, BHR                 4124  km
20190116 2042 518 $01E GNI Niton,ENG                   1096
20190107 1713 518 $03H SVH Irakleion,GRC               1664
20190107 1707 518 $01G GCC Cullercoats,ENG             1471
20190107 1647 518 $01E GNI Niton,ENG                   1096

20190107 1634 518 $03D TAH Istanbul,TUR                1544
20190107 1551 518 $03X EAV Cabo de la Nao,ESP          1007
20190107 1525 518 $03U IQM Mondolfo,ITA                 253
20190107 1530 518 $01V OST Ostend,BEL                   958
20190107 1534 518 $03V ICI Sellia Marina,ITA            805

20190107 1503 518 $01S DDH47 Pinneberg,DEU             1072
20190107 1512 518 $03L SVL Limnos,GRC                  1372
20190107 1458 518 $03R ICH La Maddalena,SA,ITA          320
20190107 1440 518 $03Q 9AS Split,HRV                    514

20190107 0635 518 $01P PBK Den Helder,HOL              1063
20190107 0620 518 $01O GPK Portpatrick,SCT             1622
20190107 0530 518 $03J LZW Varna,BUL                   1404
20190107 0449 518 $03F TAL Antalya,TUR                 1930

20190107 0411 518 $03B 7TA Alger,ALG                   1029
20190107 0402 518 $03A UDN Novorossiysk,RUS            2200
20190107 0356 518 $09X SUZ Ismailia,EGY                2463
20190107 0227 518 $01O GPK Portpatrick,SCT             1622
20190107 0211 518 $01N LFO Orlandet,NOR                2154
20190107 0157 518 $01L LGQ Rogaland,NOR                1627

20190107 0203 518 $01M Lxx Jeloya,NOR                  1715
20190107 0115 518 $01J SAA Gislovshammar,SWE           1296

20190106 2100 518 $02G EAC Tarifa,ESP                  1575
20190106 0420 518 $03C UTT Odessa,UKR                  1616
20190106 0123 518 $02I EAL Las Palmas,CNR              2800
20190105 2201 518 $03M 5BA Cyprus,CYP                  2208

20190105 0230 518 $03P 4XO Haifa,ISR                   2521
20190105 0240 518 $03Q 9AS Split,HRV                    514
20190105 0230 518 $02P CTQ Porto Santo,MDR             2542
20190105 2358 518 $09X SUZ Ismailia,EGY                2463
20190106 0132 518 $03J LZW Varna,BUL                   1404
20190106 0227 518 $01O GPK Portpatrick,SCT             1622
20190106 0420 518 $03C UTT Odessa,UKR                  1616

Giampiero Bernardini
QTH Bocca di Magra, La Spezia, Italy
RX: AirspyHF+
ANT: Wellbrook ALA1530LNP

Decoder: YAND

martedì 15 gennaio 2019

RADIO CAIRO Nuovo orario Gennaio- Giugno 2019

Cari amici di Radio Cairo 
Eccovi in allegato il nostro orario di Gennaio - Giugno 2019! 
                               

 
Programma Italiano d’Oltremare, stanza 654, P.O. Box 566, 11511 il Cairo, Egitto  programma.italiano@yahoo.it

venerdì 11 gennaio 2019

Mostra "STORIA della RADIO" a cura di Dino Gianni, Vimercate .Dal 12 al 26 gennaio 2019

Dal 12 al 26 gennaio 2019
Fumagalli mobili è lieta di presentare per la prima volta, la STORIA della RADIO. Mostra curata direttamente da un appassionato storico che risponde al nome di Dino Gianni. Verranno infatti esposte, all'interno dello showroom di via Cavour 89 a Vimercate, (provincia di Monza e della Brianza) varie radio d'epoca, dal 1920 al 1970 ca. tutte regolarmente funzionanti. www.fumagallimobili.it.



                                  

Il Museo delle Comunicazioni di Vimercate di I2 HNX - Romualdo Gianni (Dino)


mercoledì 9 gennaio 2019

Sezione ARI Loano, serata a tema Venerdi 18 gennaio 2019 - Remotizzazione di una stazione radioamatoriale e Dxpedition Rwanda 2018 (9X0T e 9X0X)

 

Ciao
 comunico che Venerdi 18 gennaio 2019 alle ore 21.00 presso la sezione ARI Loano in Via Magenta 8 avremo una serata a tema con l' Italian Dxpedition Team ospiti Silvano I2YSB e Stefano IK2HKT .


Si raccomanda la puntualità,  visto il ricco programma della serata che terminerà entro le 23.30 seguito con il consueto buffet offerto ai presenti.

73' Tony IK1QBT
Presidente Sezione ARI Loano

martedì 8 gennaio 2019

Super Typhoon Devastates USAGM Transmission Sites

Danni agli elementi radianti dell'antenna a tendina 305L su Tinian

 JAMES CARELESS DEC 20, 2018 
Yutu scored a direct hit on two islands in the Northern Mariana Islands in October
 
Super Typhoon distrugge i siti di trasmissione USAGM
Danni alla linea di alimentazione dell'antenna su Saipan
Le  antenne ad onde corte utilizzate dall'Agenzia americana per i media globali a Saipan e Tinian sono state fatte a pezzi a causa di venti da 300kM/h   in ottobre. Super Typhoon Yutu ha devastato il gruppo di isole Mariana settentrionale nell'Oceano Pacifico nordoccidentale.
 
Distrutta la torre del servizio telefonico su Tinian.
USAGM - fino a poco tempo fa nominato il Broadcasting Board of Governors - utilizza i siti di Saipan e Tinian per trasmettere la programmazione radiofonica multilingue di Radio Free Asia e Voice of America in Cina e in altre nazioni asiatiche. 
 
Danni al contrappeso dell'antenna su Tinian
Danni all' antenna satellitare di Saipan
"Entrambe le stazioni sono state completamente spazzate via", ha scritto William Martin, direttore della stazione trasmittente delle Filippine USAGM, in un messaggio di testo all'host di trasmissione "World of Radio" di lunga data e all'editor di Digestione di ascolto DX Glenn Hauser, condiviso con Radio World. "Le antenne sono state mutilate, i tetti parzialmente strappati, le linee di recinzione appiattite. Entrambi i siti saranno off-line per un minimo di sei mesi, probabilmente fino a un anno.

 "UN FUTURO INCERTO”

La distruzione della capacità di trasmissione ad onde corte di REKTS arriva in un momento in cui l'USAGM si sta ritirando dalle trasmissioni radio in onde corte in generale. La grande ragione è il denaro. Ad esempio, il costo di alimentare i tre trasmettitori Continental 418E da 100 kW nel solo sito di Saipan è astronomico rispetto allo streaming di contenuti online. Per ragioni analoghe, i governi di tutto il mondo hanno ridotto i loro servizi radiofonici internazionali - il BBC World Service ha cessato le trasmissioni ad onde corte nel Nord America - o li ha completamente eliminati.

"USAGM non ha nascosto il suo desiderio di spostare il suo investimento da onde corte a tecnologie più nuove e più alla moda", ha dichiarato Kim Andrew Elliott, analista ricercatore del settore VOA in pensione e produttore di "Radiogramma a onde corte", che trasmette testo e immagini tramite stazioni analogiche a onde corte WRMI in Florida e Space Line in Bulgaria.

"Come tale, potrebbe essere tentato di cogliere l'occasione per chiudere le stazioni a onde corte nord Mariana, o almeno Saipan, la più piccola delle due. Tuttavia, se le torri di Saipan sono ancora in piedi ei trasmettitori sono ancora operativi, e considerato il crescente potenziale di crisi nell'Asia orientale che spinge ulteriormente Internet, sarebbe una buona idea tenere entrambe le stazioni in onda ", ha detto Elliott.

Questa opinione è ripresa da Glenn Hauser, un'altra delle autorità a onde corte più esperte al mondo. Alla domanda se si aspetta che l'USAGM ripari questi siti, dato che l'agenzia ha discusso pubblicamente la chiusura di REKTS nel 2019, Hauser ha risposto: "Ne dubito, poiché la tendenza è già passata dall'onda corta al webcasting".

La distruzione della capacità di trasmissione ad onde corte di REKTS arriva in un momento in cui l'USAGM si sta ritirando dalle trasmissioni radio in onde corte in generale. La grande ragione è il denaro. Ad esempio, il costo di alimentare i tre trasmettitori Continental 418E da 100 kW nel solo sito di Saipan è astronomico rispetto allo streaming di contenuti online. Per ragioni analoghe, i governi di tutto il mondo hanno ridotto i loro servizi radiofonici internazionali - il BBC World Service ha cessato le trasmissioni ad onde corte nel Nord America - o li ha completamente eliminati.




domenica 30 dicembre 2018

“Commutatore 6 antenne – 6 ricevitori ” Di Alessandro Capra


La realizzazione che presento non rappresenta nulla di nuovo ma il tentativo di poter disporre, con un progetto alla portata di tutti e a costi contenuti, di un commutatore in grado di selezionare più antenne e più ricevitori. Per le mie esigenze ho optato per un numero di antenne e ricevitori pari a 6, nulla vieta di aumentare o diminuire il numero in base alle proprie esigenze.

Quali i vantaggi di una simile realizzazione:

1. “compattezza” del sistema di commutazione: a un unico contenitore di piccole dimensioni confluiscono tutti i terminali delle nostre antenne e i cavi coassiali che collegano i ricevitori (superiamo il classico sistema del doppio o triplo commutatore uno o più per le antenne ed uno o più per ricevitori);
2. Livello di attenuazione più che accettabile anche in VHF e UHF (in HF trascurabile);
3. Utilizzo di materiali facilmente reperibili;
4. Economicità.
Per frequenze inferiori ai 30 MHz prediligo l’utilizzo di connettori BNC mentre per le VHF e UHF di connettori tipo N. Di conseguenza, anche per il commutatore, ho optato per prese da pannello BNC e N di discreta qualità. In pratica 4 BNC e 2 prese N da pannello per commutare le antenne e altrettante per la commutazione dei ricevitori. Nulla vieta di utilizzare tutti connettori BNC con un certo risparmio di costi e facilità di montaggio (anche se in VHF e UHF i connettori N sono a mio avviso da preferirsi).


Il contenitore di cui disponevo (misure 11x7,5x5) era in lamiera stagnata elettroliticamente per applicazioni elettroniche ad alta frequenza: è un po’ leggero per cui consiglio attenzione in fase di foratura. Comuni contenitori metallici possono andare bene. Al centro ho interposto una basetta di vetronite ramata forata al centro per far passare il cavo coassiale che unisce i centrali dei due commutatori. Come si evince dalla figura 1 sono normalissimi commutatori rotativi 1 via 6 posizioni, i collegamenti tra i centrali delle prese a pannello e i reofori del commutatore devono essere fatti accuratamente (cioè contatti ben puliti e saldature ben fatte…) possibilmente con filo rigido (io avevo del filo di rame argentato da 0,8 mm che va benissimo). In alternativa anche il centrale di un coassiale tv o di un comune rg59 può fare al caso nostro.


Mancano i collegamenti tra i centrali dei connettori e i due commutatori. Si noti il piccolo tratto di cavo coassiale collegato ai centrali dei commutatori e con la calza collegata alla basetta in rame al centro del contenitore. La basetta conferisce una maggiore robustezza meccanica al commutatore oltre ad una maggiore schermatura tra ingresso antenne e uscite verso i ricevitori. Non rimane a questo punto che collegare i commutatori alle prese coassiali, inserire due manopole e il lavoro è terminato. Un ultimo accorgimento: non insistere con il saldatore sui reofori dei commutatori pena il danneggiamento del componente. Esistono anche commutatori in bachelite in cui i reofori sono interamente a vista. Vanno benissimo anche loro, forse sono meccanicamente più robusti, creano qualche problema in meno in fase di saldatura e possono tranquillamente sostituire quelli da me utilizzati. Quanto alle attenuazioni del commutatore posso dire che non dispongo di strumentazione da laboratorio tuttavia posso affermare che l’inserzione, su un segnale a 470 MHz (ponte di trasferimento di una radio privata), comporta una riduzione di segnale di meno di mezzo punto smeter; un segnale a 877 MHz (anch’esso un ponte di una radio privata) ha evidenziato perdite nell’ordine di poco più di un punto s-meter. Mi sembrano, per i nostri scopi, perdite accettabilissime. Sulle HF, medie e lunghe la perdita è quasi impercettibile.


Non mi resta che augurare buona costruzione e, come sempre, buoni Dxs.

giovedì 27 dicembre 2018

Award Regia Marina (WW2) Nella Seconda Guerra Mondiale

Premessa
L’award dedicato alle grandi navi della Regia Marina nella Seconda Guerra Mondiale, è stato creato al fine di ricordare le gesta dei grandi marinai e uomini della Regia Marina imbarcati a bordo delle unità navali (Corazzate, Navi da Battaglia, Incrociatori, Cacciatorpediniere e Torpediniere) durante il conflitto. La storia navale è sempre stata un principio fondamentale dell’Associazione Radioamatori Marinai Italiani, lo scopo di questo award è quello di far conoscere a tanti radioamatori italiani e non, i nomi delle gloriose unità navali che hanno combattuto durante il secondo conflitto mondiale nel Mediterraneo.
R E G O L A M E N T O
ll Diploma è dedicato alla Regia Marina nel periodo della Seconda Guerra Mondiale (1939-1944).  Viene rappresentato in  tre versioni” Bronzo - Argento - Oro”; il layout dei tre diplomi è uguale e viene raffigurata sullo sfondo lo stemma della Regia Marina, con un contorno di una maglia di catena d’ancora. I diplomi nelle tre versioni sono differenti e vengono rappresentate dalle sagome di un Cacciatorpediniere (Bronzo), un Incrociatore (Argento) e di una Corazzata (Oro). Inoltre viene rappresentata in ogni diploma sul lato destro la Medaglia al valor Militare della Regia Marina (in bronzo, argento ed oro per ogni categoria di diploma).
Il Diploma è conseguibile da tutti gli OM e SWL del mondo.
L’award fa parte dei diplomi permanenti dell’ARMI.
DATA DI INIZIO
01.01.2019
STAZIONI ACCREDITATE
Sono tutte le stazioni iscritte all’ARMI e che hanno avuto assegnato la nave corrispondente al distintivo (bilettera). Questo distintivo è personale e rimarrà alla stazione accreditata per sempre. Chi lo vorrà potrà richiederlo ainfo@assoradiomarinai.it (sino a completamento della lista).
CLICCA QUI per visualizzare l’elenco ufficiale ]
PARTECIPAZIONE
Possono partecipare tutte le stazioni OM/SWL
PUNTI
Ogni stazione accreditata vale 1 punto
CATEGORIE:
Ci sono quattro categorie: FONIA - MORSE - MISTO - DIGITALE
E' consentito solo un contatto con la stazione accreditata per ogni singola MODALITA’  di emissione (SSB-CW-DIGI) per tutto il periodo della manifestazione. Tutti i collegamenti nelle varie modalità digitali valgono solo un contatto.
MODI
Sono consentiti tutti i modi di emissione: CW - SSB – tutti i modi DIGITALI
BANDE
Tutte le bande HF, secondo il Band Plan IARU
Non sono validi collegamenti in VHF/UHF, ECHOLINK e ponti ripetitori
PUNTI DIPLOMA
Ci sono quattro classi:Bronzo : 15 punti; 
Argento: 25 punti; 
Oro: 50 punti; 
Top Honour Plaque: 75 punti
CHIAMATA
La chiamata sarà come segue :
CW / DIGITALE : CQ CQ DE IT9MRM IT9MRM IT9MRM AWARD REGIA MARINA K 
SSB : CQ CQ da IT9MRM – (STAZIONE ACCREDITATA) CHIAMATA PER IL DIPLOMA DELLA REGIA MARINA 
.
RAPPORTI E NUMERI
Le Stazioni non accreditate passeranno i rapporti RST 
Le stazioni A.R.M.I. accreditate passeranno i rapporti RST seguiti dalla bilettera assegnata. 
PREMI
Tutte le stazioni che attesteranno tramite log il collegamento con le stazioni accreditate, riceveranno i diplomi in formato JPG in base alle richieste pervenute. I Diplomi saranno tutti gratuiti.
Per la  richiesta della "Top Honour Plaque" è prevista una spesa forfettaria di Euro 35.

Le stazioni italiane che lo desiderano, potranno inviare il contributo per la Top Honour Plaque tramite le seguenti modalità:

- via “POSTEPAY” nr. 4023600964377842 intestata a Mattei Alberto;
- via “PAYPAL” al seguente indirizzo it9mrm@gmail.com;
- BONIFICO BANCARIO: IBAN IT46V0200884625000103416422 c/o UNICREDIT filiale di Augusta.
RICHIESTE
Il Diploma andrà richiesto all’Award manager nazionale :

IT9MRM Alberto Mattei - Via E. Millo, 20 - 96011 Augusta (SR) - Italy - email: it9mrm@assoradiomarinai.it

LOGS

Devono essere in formato ADIF/CBR/TXT/DOC/XLS.
E’ concesso l’uso di qualsiasi Log elettronico.

Chi lo desidera può utilizzare il Foglio Elettronico (ARM_WW2) per la gestione dei collegamenti. 
Potete scaricarlo da questo link  -> [clicca qui]
Diploma Bronzo
Diploma Argento
Diploma Oro

http://www.assoradiomarinai.it/

lunedì 24 dicembre 2018

14° DIPLOMA COTA 3°CLASSIFICATO cat. SWL - ITALIA


Ricevuto oggi questo bellissimo Crest, il premio per la mia partecipazione come SWL al 14° DIPLOMA COTA ,  3°CLASSIFICATO cat. SWL Italia.
Diploma Cota 2018

Il dipinto del diploma rappresenta il G.I.S. Gruppo intervento Speciale Carabinieri; l’opera pittorica originale olio su tela è stata realizzata dall'artista Roberta CUOMO.