domenica 2 agosto 2015

Ricevitore SDRPlay - Odissea di una schermatura - seconde prove

Come deciso nella prima puntata :
http://air-radiorama.blogspot.it/2015/08/ricevitore-sdrplay-prime-prove.html
ho deciso di mettere il circuito di SDRplay dentro una scatola schermata .

Questa e' la storia di questa esperienza che si rivelera' non banale a causa di un particolare inaspettato.

Non si finisce mai di imparare !


SDRplay nella sua scatola di plastica ( aperta , tanto non cambia nulla ) sul tavolo del laboratorio , nessuna antenna .


In FM si ricevono stazioni . RTL e' perfettamente ricevibile in stereo e anche l'RDS viene decodificato 


Inserendo una transizione SMA - BNC e toccando la massa con le mani i segnali aumentano considerevolmente ( loop di massa ? )


Urge una buona scatola metallica 


In ogni caso , prima di procedere , provo a collegare all'ingresso un'antenna caricata ( cosiddetta " a gommino" ) per i 144 MHz .


I segnali schizzano a fondo scala 


SDRplay montato dentro la scatola metallica RF chiusa ed il solo connettore SMA lasciato aperto 


Praticamente i segnali sono scomparsi . 
Il residuo che si vede al centro e' la non perfetta cancellazione  I&Q


La scatola aperta per fare vedere il cablaggio interno . Il connettore USB e' stato brasato con la scatola sui bordi . La scatola deve essere chiusa , viceversa i segnali ritornano a livello delle scatola di plastica !

A questo punto pero' cominciano le sorprese , inserendo solo la transizione SMA-BNC i segnali sono di nuovo visibili fuori dal rumore .
Ok , sara' la transizione cinese ( anche se mi sembra strano) .

                                 

Monto una transizione Suhner , che e' poi quella della foto successiva  , che costa circa un quarto dell' intero ricevitore .
Non ci sono cambiamenti apprezzabili .
Comincio a girarci attorno sperando che non sia nulla legato al cavo USB perche' andare a lavorare sia elettronicamente che meccanicamente sui terminali dello stesso non e' banale .
Sembra che ci sia molta variazione a seconda dell' orientamento della scatoletta , il cavo USB non sembra centrare .
Avvicinando il dito al buco del BNC i segnali aumentano  .
Si accende la lampadina ,anche se stento a crederlo ....
Prendo la prima cosa metallica estesa che mi capita ( il calibro ) e con il manico piatto vado a chiudere il buco del BNC sulla massa ad anello circolare . 
I segnali scompaiono !
L'insieme dell' SMA e della transizione BNC formano una antenna corta non perfettamente schermata perche' la massa non e' chiusa tutta attorno ( in punta ) , la radiofrequenza si infila un po' dal buco !
Con queste dinamiche , con l'ampiezza dei segnali ed a queste frequenze, la cosa non e' ininfluente. 



Prendo un carico a 50 Ohm BNC , lo connetto all'ingresso , per aumentare la schermatura oltre all'adattamento l'adattamento .

I segnali scompaiono .

Per capire meglio collego solo la massa , esterna senza fare toccare il centrale del BNC e quindi il carico non e' collegato .
I segnali sono sempre scomparsi , basta la schermatura del buco del BNC .


Ok, risolto l'arcano .

Cio' che si vede su apparati professionali e cioe' connettori mai lasciati aperti , anche se solo con un tappo di chiusura comincia ad avere molto senso , assieme ai discorsi fatto assieme ad Alessandro Capra all' ultimo EXPO METING AIR sulla schermatura dei cavi di antenna nel caso in cui si vogliano preservare i nulli molto profondi di antenne molto direttive .

Ora si puo' cominciare a giocare .

 Di seguito due segnali (DAB 12A - EuroDAB e 12 C - Club DAB Italia ), ricevuti nel mio laboratorio di Torino da Corio Canavese 


Prosegue .....

6 commenti:

Riccardo Antonelli ha detto...

Ottima l'idea della scatola in metallo, penso di farlo io pure sul mio SDRplay.
Cmq. la colpa e del cavo USB, e la schermatura in metallo serve a poco, anzi delle volte peggiora il problema.
Mettere delle ferriti sul cavo USB, e schermatura in metallo, senza ferriti sul cavo usb non serve a niente.

Claudio Re Claudio ha detto...

Non sono d'accordo. Perlomeno in questo caso ben sperimentato .Quello che e' obbligatorio fare e' saldare bene il corpo del connettore USB alla scatola metallica per garantire una ottima continuita' di massa senza loop .Per il resto uso sempre cavetti USB di buona qualita' , con doppia schermatura e connessione delle masse sul corpo dei connettori USB . Con questi non c'e bisogno di altro ed evitano anche le irradiazioni dei disturbi della porta USB .
Claudio Re - reclaudio@alma.it

Claudio Re Claudio ha detto...

Non sono d'accordo. Perlomeno in questo caso ben sperimentato .Quello che e' obbligatorio fare e' saldare bene il corpo del connettore USB alla scatola metallica per garantire una ottima continuita' di massa senza loop .Per il resto uso sempre cavetti USB di buona qualita' , con doppia schermatura e connessione delle masse sul corpo dei connettori USB . Con questi non c'e bisogno di altro ed evitano anche le irradiazioni dei disturbi della porta USB .
Claudio Re - reclaudio@alma.it

Riccardo Antonelli ha detto...

Io ho fatto cosi!
Nastro adesivo in rame per chitarra elettrica all'interno della scatola in plastica, saldatura in stagno USB nastro in rame, messo in massa pure il negativo della SMA. (se errato che la massa della SMA correggimi. Grazie)
Ho ottenuto dei buoni risultati, sono spariti alcuni segnali fantasma sui 23 centimetri, 24 centimetri, alcuni su banda aerea, invece con le ferriti sul cavo USB tolto il problema dei segnali fantasma con il rumore della corrente continua, non puoi eliminare del tutto le EMI, figurati li sento pure con l'ICOM IC-R7000.
Pazienza.
Cmq. SDRplay non è un gran che, ma per quello che costa e offre va bene,
Ciao & grazie dele info, complimenti per le recensioni che leggo molto volentieri e li trovo molto interessanti.
Non sono un radiomatore, mi diverto con il CB, il mondo della radio mi affascina moltissimo, spero di patentarmi per le HF al più presto.
Saluti.

Federico Baldi ha detto...

Una domanda c'è ' un motivo specifico per usare un connettore SMA? Mettendo lo SDR in una scatola metallica non si potrebbe mettere un connettore N senza così bisogno di adattatori? 73 de Federico Baldi IZ1FID federico_baldi@alice.it

Claudio Re Claudio ha detto...

Il motivo e' che il connettorie gia' c'era . Il cavetto schermato e' piccolissimo e poi va a finire in un minuscolo connettore MCX ( come si vede dalle foto ) . Se si taglia quel cavetto schermato e lo si manda ad un connettore N , non mi risulterebbe che ci siano N per cavi cosi' piccoli , per cui o si fa un'" obbrobrio " o si lascia l'SMA . Forse si potrebbe vedere di montare un N con un cavo RG174 o simili e poi vedere se ci si puo' saldare sullo stampato rimuovendo il connettore MCX .
Claudio Re - reclaudio@alma.it

Posta un commento

I commenti sono aperti a tutti e sono soggetti insindacabilmente a moderazione.
NON SARANNO PUBBLICATI COMMENTI SE PRIVI DI NOME E COGNOME ED EMAIL.
IL SOLO NOMINATIVO RADIOAMATORIALE NON SOSTITUISCE IL NOME E COGNOME RICHIESTO.
Grazie.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.