domenica 9 dicembre 2012

La stazione "minimale" di un neofita

Amici di Radiorama, vi ho raggiunto da poco iscrivendomi all’AIR entrando così a far parte di questa splendida famiglia.
Accolgo volentieri l’invito di raccontare qualcosa di me e cosa ci faccio qui. Ecco quindi una mia piccola biografia, giusto per presentarmi e raccontarvi come tutto è cominciato. Sono nato a Lecco e vivo a Vercurago in frazione Somasca (per chi conosce i luoghi Manzoniani, è la tana dell’Innominato), sono sposato con Sabrina dal 2009.
Lavoro presso una multinazionale americana nel settore Automotive ad Arcore, mi occupo di Qualità come supervisore del Plant produzione componenti.
Appassionato fin da piccolo di esplorazione spaziale e di astronautica, in particolare di tute spaziali, in onore delle quali gestisco il sito web: www.spacewalker.it; ad esse si aggiungono un amore viscerale per l’Hi-Tech e per le tecnologie informatiche.
Faccio parte del Gruppo Astrofili Deep Space di Lecco; sono membro attivo di altre associazioni di volontariato nelle quali rivesto cariche sociali all'interno dei rispettivi consigli direttivi. Utente di ForumAstronautico.it dal 2006 il più grande forum italiano dedicato all’astronautica, sono socio ISAA (Italian Space and Astronautics Association) sin dalla sua costituzione nel 2008 da allora ho sempre fatto parte del Consiglio Direttivo.
Da circa un anno mi sono avvicinato al mondo della Radio e del radiantismo in modo serio e continuativo, a Novembre di quest’anno ho sostenuto l’esame per la patente di radioamatore (sono in attesa dell’esito ma confido che sia positivo), e sto scoprendo con entusiasmo il mondo del radioascolto. La passione per la radio in verità l’avevo da tempo, assorbita in qualche modo da mio padre e dalla sua stessa passione che non ha mai potuto esercitare. Molti libri di elettrotecnica, manuali e vecchi corsi di radiotecnica li ho ereditati da lui. Per diversi motivi anche io non sono mai riuscito a dare seguito a questa passione che poco a poco si è affievolita, mancava qualcosa che mi spingesse fuori da questo torpore e che mi motivasse. Un paio di anni fa l’incontro con alcuni membri radioamatori di ISAA già soci del gruppo AMSAT Italia, mi hanno finalmente dato quel “qualcosa” che mancava, la motivazione giusta. Senza dubbio il progetto a cui stavano lavorando, il loro entusiasmo, la loro voglia di mettersi in gioco, l’inesauribile disponibilità e la loro esperienza mi hanno “sbloccato”. Così ho ripreso gli studi, quelli “seri” ho frequentato un corso in preparazione all’esame per la patente di radioamatore e cominciato a sondare il web per conoscere altri appassionati OM. Ho così scoperto il mondo del radioascolto e ne sono stato subito affascinato. Avvicinarmi all’AIR ed entrarne a farne parte è stata una cosa sola. Molto apprendo e molto scopro leggendo Radiorama ma, soprattutto, sono i soci AIR  attraverso le loro esperienze rese disponibili a tutti tramite il web, che mi stanno dando veramente tanto.Sto cominciando a muovere i primi passi come radioascoltatore ed il mio “Minimal Radio Shack” ne è testimonianza; esso comprende una radio Sangean ATS 909X arrivata da poco, un registratore digitale Sangean DAR – 101 ed l’immancabile WRTH senza il quale non si va da nessuna parte.
Nei prossimi mesi, una volta acquisito il nominativo ho intenzione di acquistare un radioricevitore portatile e cominciare ad allestire una stazione radio adeguata alle mie necessità.




4 commenti:

  1. Benvenuto Dario, anch' io da poco Om, da sempre appassionato di radioascolto, soprattutto broadcastings. Oltre al WRTH ti consiglio http://www.shortwaveschedule.com/index.php?page=1
    Hai già ascoltato i qso tra il comandante della ISS e le scolaresche sui 145,800 Mhz? Mi pare tu sia sprovvisto di un RX adatto!
    73's Rodolfo Zucchetti AIR 1ZR53;
    OM callsign IZ1SCM
    Felice Natale!

    RispondiElimina
  2. Ciao Dario e benvenuto, io sono da poco nell'associazione e mi appresto a fare il secondo anno da socio, ci sono un sacco di persone in gamba, cose interessanti che si possono conoscere praticamente ogni giorno, e la rivista Radiorama è molto piacevole e ben fatta. Ho ricevuto di recente la cartolina QSL che conferma l'ascolto sulla frequenza della ISS, nel loro ultimo collegamento con una scuola pugliese. Ti auguro buoni ascolti, a risentirci

    RispondiElimina
  3. ciao Dario.Sono Giuliano IW0FMT
    Complimenti per la tua stazione è proprio ciò che intendo io per quanto riguarda la "passione" per la radio. Se ti piacciono i modi digitali e hai un palmare o un tablet, cerca il software POCKETDIGI. Lo carichi sul palmare che avvicinato o collegato con un piccolo cavetto alla radio ti consente di decodificare un bel pò di modalità digitali. Auguri

    RispondiElimina
  4. Grazie a tutti per il caloroso benvenuto!
    Giovedì scorso ho avuto la conferma del superamento dell'esame per la patente di radioamatore... con mia grande soddisfazione, visto che era uno degli obiettivi che mi ero prefisso per quest'anno. Sono in attesa della missiva con patente e modulo per richiesta nominativo.
    Ora posso pensare di dotarmi di un apparato ricetrasmittente almeno per VHF-UHF. Poi passeremo oltre.
    Ho scoperto giusto qualche giorno fa, il sito indicato da Rodolfo, estremamente utile, un valido complemento al WRTH; ma ora ho tanti arretrati di Radiorama da leggere e "studiare", sono tutti estremamente interessati ed istruttivi. Me li porterò in ferie e li leggerò durante le feste di Natale, insieme alla radio con la quale proverò a fare una nuova esperienza di ascolto visto che cambio decisamente il QTH...

    RispondiElimina

I commenti sono aperti a tutti e sono soggetti insindacabilmente a moderazione.
NON SARANNO PUBBLICATI COMMENTI SE PRIVI DI NOME E COGNOME ED EMAIL.
IL SOLO NOMINATIVO RADIOAMATORIALE NON SOSTITUISCE IL NOME E COGNOME RICHIESTO.
Grazie.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.