martedì 16 febbraio 2016

Cubo Brionvega , la Radio a colori

 
Di Lucio Bellè 
Chi non ricorda il "Cubo Brionvega, bella radio tutta Italiana caratterizzata da un design prestigioso. Parlare del "Cubo" ritengo sia doveroso per riportare alla memoria odierna il rispetto della cultura d'Impresa Italiana ed i forti valori che l'hanno ispirata. Per riandare alla Storia della Brionvega e per le foto qui pubblicate mi è stato di notevole aiuto ricorrere alla collezione ed alla vasta biblioteca storica dell'amico e radioamatore I2HNX Dino Gianni ( Museo dei Mezzi di Comunicazione di Vimercate http://air-radiorama.blogspot.it/2015/11/il-museo-delle-comunicazioni-di.html ) che oltretutto ne possiede molti esemplari di diversi colori e tutti perfettamente funzionanti in condizioni "Like New" come dicono gli "Old Man" Americani. L'Azienda costruttrice Brionvega ha tradizioni lontane ; fondata a Milano nel 45 come B.P.M di Giuseppe Brion e Ing. Leone Pajetta, nel 50 cambia ragione sociale in Vega.B.P.Radio e costruendo anche televisori alla fine anni 50 cambia nuovamente in Radio Vega Television; nel 63 a seguito dell'uscita dell'Ing. Pajetta il marchio diviene  definitivo "Brionvega"

Il famoso Radio Cubo TS 502 nasce dalle matite dei Designer Marco Zanuso e Richard Sapper nel 62 ,viene ben ingegnerizzato e finalmente nel 1964 prodotto ed immesso sul mercato. La radio già ai tempi era prestigiosa, basti dire che nel 1967 era venduta con un listino di Lire 45.000 ed ottenne un immediato successo.
Viene chiamata anche la Radio a colori per il suo stile giovanile e da complemento d'arredo , non a caso è esposta al Museo Moma di New York, va precisato che viene costruita ancora oggi ( 520 TS 22D + Bluetooth Dab/Dab+) vantando il ben conosciuto design accattivante unito a nuove caratteristiche tecniche che le conferiscono assoluta eccellenza.
La prima produzione Ts 502 rigorosamente a transistor con doppia alimentazione rete/batterie è dotata di due gamme riceventi: Onde Medie e Modulazione di Frequenza ( in seguito verrà messo in linea produttiva un modello "Export" dotato anche di Onde Lunghe ). Il Cubo è realizzato in due metà incernierate posteriormente che si congiungono grazie ad una piccola calamita, dotate di maniglia cromata a scomparsa e dell'antenna telescopica per FM.


Una volta aperto ,una metà è dedicata a cassa armonica contenente l'altoparlante il circuito di bassa frequenza e l'interruttore acceso/spento; l'altra metà dedicata all'alta frequenza (circuito Supereterodina ) presenta la scala analogica delle frequenze semicircolare e ben leggibile con due diodi uno rosso per OM ed uno verde per FM ( quando si sintonizza una stazione il diodo dedicato si illumina, nella serie Export al posto dei led era installato un mini strumento tipo S-Meter, indicante anche lo stato delle batterie ) i comandi di volume e di tono , il selettore AM/FM e la piccola e morbida manopola di sintonia completano il design del frontale .  La radio è completa di una uscita Jack per l'ascolto in cuffia. L'insieme costruttivo sia a vista che al tatto denota alta qualità e fine ricercatezza in ogni particolare oltre ad esibire verniciature di vari colori particolarmente accattivanti che ben si sposano con i più diversi e sofisticati tipi di arredamento. Una prova sul campo in Onde Medie è stata fatta con una Ts 512 anni 80 dotata di diodi led ; la scala analogica della Brionvega si è dimostrata precisa sui riferimenti di Rai KHz. 900 ed alla sera si sono potute ascoltare numerose emittenti estere con una buona sensibilità e selettività , un basso rumore di fondo ed un piacevole e pastoso audio danno una risultante che non stanca neppure ad un prolungato ascolto. Caratteristiche tecniche veramente buone per l'età e il tipo di commercializzazione con cui era stata concepita. L'audio, come detto, è gradevole e ricco di toni e viene ben espresso anche a piena potenza ( dichiarata 1,8Watt RMS ).


Anche in FM nonostante l'affollamento odierno della gamma ,il Cubo si difende bene separa le stazioni con un moderato fruscio nello spazzolamento di gamma e fa ascoltare ricche melodie oltre a far gran bella mostra di sé nel salotto buono di casa. Che altro dire ; se in qualche Fiera trovate una Cubo Brionvega ben messa e funzionante non fatevela scappare, non è una radio nata per SWL ma parla ancora veramente bene e quando la vedranno i vostri amici di certo e forse anche con un poco di invidia ne rimarranno positivamente impressionati.
Lucio Bellè  (I1-SWL- 11454) Associato AIR.

TUTTE LE FOTO SONO DI  PROPRIETÀ' DELL AUTORE LUCIO BELLE'

L'amico Ezio Di Chiaro ha collaborato inviando lo schema elettrico e  alcune immagini  .


                                          Schema elettrico del Cubo Brionvega   

         



  







     


    

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono aperti a tutti e sono soggetti insindacabilmente a moderazione.
NON SARANNO PUBBLICATI COMMENTI SE PRIVI DI NOME E COGNOME ED EMAIL.
IL SOLO NOMINATIVO RADIOAMATORIALE NON SOSTITUISCE IL NOME E COGNOME RICHIESTO.
Grazie.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.