martedì 25 novembre 2014

Airspy, primo test del nuovo ricevitore SDR 24 MHz - 1.7 GHz

Oggi mi è arrivato il nuovo ricevitore Airspy, per la cui prevendita mi ero prenotato da tempo. Un piccolo SDR che copre la banda da 24 MHz a 1.7 GHz. Si presenta come una scatola nera metallica molto piccola, come si vede bene nelle foto. Nella confezione, oltre al ricevitore, c'è anche una piccola antenna a stilo con attacco SMA e un cavo di collegamento al pc, lungo 1,5 metri.


Ovviamente l'ho subito voluto provare, nonostante il poco tempo a disposizione. È bastato collegare il cavetto al ricevitore e al pc. E naturalmente anche l'antenna, la mia solita T2FD sul tetto. Poi ho aperto il programma SDRsharp che supporta Airspy in quanto chi ha scritto il programma è anche chi ha progettato il piccolo SDR.

Ecco il primo screenshot, in banda FM:
Airspy; banda visualizzata utile da 99.1 a 107.9 MHz
Come si vede la banda "catturabile" in modo efffettivo è di circa 9 MHz, forse un po' meno. Come dire tutta la banda OIRT, un po' meno della metà dell'intera banda FM broadcasting. Qui sono sintonizzato su Radio 105. Si può notare la decodifica dei dati PS, PI, TXT dell'RDS.

Da 99.1 a 107.9 MHz full screen
Poi sono andato a fare una piccola prova in banda aeronautica. Da me, Milano Sud-Est arriva debole Lugano ATIS su 121.18 MHz. Non tutti i ricevitori in VHF riescono a riceverlo. Le chiavette non ci riescono. La pietra di paragone resta sempre il superbo Icom R-7000 che nonostante l'età resta un campione, anche grazie alle cure dell'amico Alessandro Capra. Ebbene, facendo un po' di prove sui settaggi in effetti sono riuscito a riceverlo. Bene, lo considero un punto a favore di Airspy. In questo caso ho usato un notch filter per le FM, ma mi riservo di fare altre prove senza.
In banda aeronautica
Come si può vedere dall'immagine il primo problema per il neo utilizzatore di Airspy (sempre che sappia già usare il software SDRsharp) è di imparare a usare i setting di base della finestra "AIRSPY controller", ovvero i parametri: IF gain, Mixer gain, LNA gain, Bias-Tee (quest'ultimo permette di alimentare via cavo con 4,5 volt un preamplifcatore). Naturalmente occorre agire in modo opportuno anche sui comandi contrast e range della schermata spectrum/waterfall.

Inoltre si può scegliere se usare 10 MHz di banda oppure 2,5 scegliendo alla voce Device Sample Rate. In questo caso ho scelto 10 MSPS che però permette di usare la funzione "Decimation" (qui non è usata, ma basta cliccare sul menù a tendina e scegliere il valore). Questa permette di stringere lo Span utilizzato migliorando la risoluzione ma anche di ridurre il noise di base. Informazioni pratiche per un Quick Start possono essere reperite sulla Quick Start Guide On Line

Per maggiori informazioni tecniche consiglio di andare sul sito Airspy.com

Consiglio anche di dare un'occhio a queste review su YouTube:



1 commento:

Anonimo ha detto...

You should always adjust the IF gain so the noise floor is about -80dB. Also, use 32k FFT resolution for better rendering

Posta un commento

I commenti sono aperti a tutti e sono soggetti insindacabilmente a moderazione.
NON SARANNO PUBBLICATI COMMENTI SE PRIVI DI NOME E COGNOME ED EMAIL.
IL SOLO NOMINATIVO RADIOAMATORIALE NON SOSTITUISCE IL NOME E COGNOME RICHIESTO.
Grazie.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.