domenica 1 giugno 2014

Quiz - 6/2014

Il variabile da inserire sullo stub
(foto A. De Santis)



Come già detto nel post del quiz numero 5/2014, il dispositivo può essere convenientemente usato come filtro passabanda o arrestabanda.

Inserito come terminazione su uno stub a T, in linea coassiale, l'impedenza rappresenta il carico dello stub che trasforma e riporta sul T una alta impedenza alla frequenza di lavoro.
Il circuito risulta accordabile in questo caso sui 145 Mhz ma è possibile avere anche altre frequenze di sintonia.


Vista d'insieme dello stub in linea coassiale
(foto A. De Santis)






Operiamo con una specie di "reverse engineering" e vediamo il risultato.
La linea da 25 cm ( λ/8) termina con una reattanza capacitiva al suo estremo. La capacità risulta di circa 40 pF. Dall'altro lato l'impedenza risulta infinita. Da qui la caratteristica passabanda accordabile.

Ed ecco il nuovo quiz.

Con analogo ragionamento si potrebbe ottenere una caratteristica arresta-banda sulla stessa frequenza. Come si può fare?
Saluti. Achille De Santis - tecnatronATgmail.com


Particolare del condensatore variabile aperto
(foto A. De Santis)
Condensatore, lamine e contatti striscianti
(foto A. De Santis)

1 commento:

Claudio Re ha detto...

Aspettavo che altri dessero la risposta . Basta aggiungere una ulteriore lunghezza di linea di WL/4 alla frequenza di utilizzo , che "ribalta" l'impedenza e quindi fa passare da un circuito aperto ad uno chiuso , ottenendo quanto richiesto .
Claudio Re reclaudio@alma.it

Posta un commento

I commenti sono aperti a tutti e sono soggetti insindacabilmente a moderazione.
NON SARANNO PUBBLICATI COMMENTI SE PRIVI DI NOME E COGNOME ED EMAIL.
IL SOLO NOMINATIVO RADIOAMATORIALE NON SOSTITUISCE IL NOME E COGNOME RICHIESTO.
Grazie.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.