martedì 6 dicembre 2016

Nuove norme per i ricevitori in Europa



Il 13 giugno 2016 è entrata in vigore la Direttiva Europea RED 2014/53/EU  in virtù della quale, per la prima volta, verranno definiti dei test di conformità anche per i ricevitori (alle amministrazioni dei singoli Paesi è concesso fino ad un anno di tempo per la transizione dalla precedente direttiva, la 1999/5/EC). I test di conformità che i ricevitori dovranno superare per poter essere commercializzati in Europa includeranno tra l’altro:

  • range dinamico e selettività,
  • reiezione al canale adiacente,
  • reiezione alle spurie,
  • bloccaggio e densibilizzazione,
  • reiezione all’intermodulazione.

Le ragioni di questi nuovi test sono illustrate al punto (11) dell’introduzione, dove si dice che “sebbene i ricevitori in sé non comportino interferenze dannose, le capacità di ricezione sono un fattore sempre più importante per garantire l'uso efficiente dello spettro radio mediante una maggiore resistenza dei ricevitori contro interferenze dannose e segnali indesiderati sulla base dei requisiti essenziali applicabili della normativa di armonizzazione dell'Unione”.

Fortunatamente l’elenco delle apparecchiature non contemplate dalla Direttiva (Allegato I) include le “apparecchiature radio utilizzate da radioamatori ai sensi dell'articolo 1, definizione 56, delle norme radio dell'Unione internazionale delle telecomunicazioni (ITU), tranne nel caso in cui le apparecchiature siano state messe a disposizione sul mercato. Non sono considerati messi a disposizione sul mercato: a) i kit di apparecchiature radio destinati a essere assemblati e utilizzati da radioamatori; b) le apparecchiature radio modificate da radioamatori ad uso degli stessi; c) le apparecchiature costruite da singoli radioamatori per scopi scientifici e sperimentali nel quadro dell'attività radioamatoriale”.

Insomma, potremo ancora prendere in mano il saldatore…

4 commenti:

Fiorenzo Repetto ha detto...

Altre info su questo sito https://www.certifico.com/marcatura-ce/direttive-nuovo-approccio/132-direttiva-r-tte/914-nuova-direttiva-r-tte-2014-53-ce-direttiva-red

ik1wvq ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
ik1wvq ha detto...

ecco, l'ultima cosa che sarei disposto a sopportare e' che l'Europa mi dicesse come devo costruire il mio ricevitore a casa mia ... quando usciamo da questo incubo ???
73 a tutti de IK1WVQ Mauro Bernardetto

tecnatron ha detto...

Michele, Ottime le etichette inserite!

Mauro, l'attività di costruzione ed uso di apparati TRX ad opera di radioamatori risulta ancora stralciata dalle norme e dalla marcatura CE. Naturalmente, non ne è permesso l'uso ad opera di terzi né la vendita o l'immissione sul mercato.
Achille De Santis - tecnatronATgmail.com

Posta un commento

I commenti sono aperti a tutti e sono soggetti insindacabilmente a moderazione.
NON SARANNO PUBBLICATI COMMENTI SE PRIVI DI NOME E COGNOME ED EMAIL.
IL SOLO NOMINATIVO RADIOAMATORIALE NON SOSTITUISCE IL NOME E COGNOME RICHIESTO.
Grazie.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.