giovedì 8 settembre 2016

Restauro del ricevitore Geloso G4-216


Di Luciano Fiorillo I8KLL  del Boatanchors Net

Si inizia con lo smontaggio di tutte le parti del ricevitore sia meccaniche che elettriche.

Il  telaio è stato cosi trattato: rimozione ruggine con carta abrasiva,  spazzola metallica e  minidrill munito di fresa per rimuovere i  tarli di ruggine. Grazie al prezioso consiglio di  Roberto  OKT,  ho trattato la lamiera con il Metalcromo. Infine ho spruzzato un velo di vernice nitro trasparente per ulteriore protezione, questo velo di trasparente deve essere dato in modo veloce e sottile, pena lo scioglimento del Metalcrome precedentemente depositato
  

    





    

Ecco il G216 riassemblato, funzionante e pronto per l'utilizzo. 

                                                   Schema ricevitore G4/216
     




Bollettino Geloso  n 103   http://www.arimi.it/wp-content/Geloso/Bol103.pdf

        73

      Luciano


Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono aperti a tutti e sono soggetti insindacabilmente a moderazione.
NON SARANNO PUBBLICATI COMMENTI SE PRIVI DI NOME E COGNOME ED EMAIL.
IL SOLO NOMINATIVO RADIOAMATORIALE NON SOSTITUISCE IL NOME E COGNOME RICHIESTO.
Grazie.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.